Notizie locali

Archivio

Whirlpool: Spera (Ugl), 'Napoli non deve chiudere, al lavoro per alternativa'

Di Redazione

Roma, 29 gen. (Adnkronos) - "La disponibilità di Whirlpool a continuare il percorso produttivo fino al 31 ottobre, e non come era stato confermato in precedenza fino al 30 marzo, consentirà già da metà febbraio di proseguire il confronto per una soluzione". Ad affermarlo è il segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine dell'incontro al Mise al quale ha partecipato insieme al coordinatore nazionale Francesco Armandi, al segretario provinciale di Napoli Ciro Esposito e la delegazione delle rsu.

Pubblicità

"Tutte le organizzazioni sindacali - sottolinea - hanno ribadito la stessa posizione: metteremo in campo qualsiasi iniziativa affinché Napoli non chiuda anche perché trascinerebbe dietro di sé anche tutto l'indotto con i circa 800 lavoratori, visto che non è nelle condizioni di riconvertire i propri impianti".

"Abbiamo chiesto - rileva - al Governo di prendere una posizione che eviti la cessazione delle lavatrici a Napoli, perché non è accettabile che un'altro asset industriale del Mezzogiorno venga dismesso, soprattutto dopo le dichiarazioni di oggi dell'amministratore delegato secondo le quali Whirlpool è in crescita in Europa e sta recuperando quote di mercato, perché gli elettrodomestici da incasso e vanno bene anche tutti i siti Italiani sono in graduale aumento. Ad oggi – conclude Spera - non è ancora chiaro dove Whirlpool intenda continuare a produrre le lavatrici del sito campano".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: