Notizie locali

Archivio

Coronavirus: D'Incà, 'regionali dopo estate, possibile election day'

Di Redazione

Roma, 20 apr. (Adnkronos) - "A causa della difficile situazione legata al Covid-19, il Consiglio dei ministri ha ritenuto opportuno posticipare anche le prossime elezioni amministrative e regionali, così come già previsto per il rinvio del referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari. In questo modo si garantirà al meglio il diritto dei cittadini alla partecipazione democratica, ma anche le esigenze delle amministrazioni regionali e comunali per contrastare l'epidemia". Lo dichiara Federico D'Incà, Ministro per i Rapporti con il Parlamento e le riforme in merito al rinvio delle elezioni amministrative e regionali, in seguito alla decisione del Consiglio dei Ministri.

Pubblicità

"Del resto - prosegue D'Incà - lo svolgimento delle elezioni richiede non solo che sussistano condizioni di sicurezza sanitaria il giorno fissato per il voto, ma anche che sia assicurato il pieno ed effettivo esercizio dei diritti politici nella fase precedente, durante la quale si raccolgono le firme per presentare le candidature e si svolge la campagna elettorale. Queste condizioni non sono compatibili con la convocazione di elezioni prima di settembre".

"Per questo - osserva il Ministro D'Incà - la durata degli organi regionali di Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana e Veneto, fissata in 5 anni, viene allungata di ulteriori 3 mesi, così che gli attuali organi regionali possano rimanere in carica. La scadenza degli organi regionali è pertanto prorogata dal 31 maggio al 31 agosto. Le elezioni saranno indette dai presidenti regionali al più presto per domenica 6 settembre e, al più tardi, per domenica 1° novembre. Le elezioni amministrative si terranno tra il 15 settembre ed il 15 dicembre".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: