Notizie locali

Archivio

**Coronavirus: Faraone, 'App non per dpcm, serve una legge ad hoc'**

Di Redazione

Roma, 21 apr. (Adnkronos) - "La questione tra diritto alla salute di una comunità e privacy dei singoli è estremamente delicata e certamente non potrà essere l'ennesimo Dpcm a stabilire se saremo tracciati da una app: occorre una legge e non crediamo dovrà esserci l'obbligo". Lo dice all'Adnkronos il capogruppo Iv al Senato, Davide Faraone, a proposito dell'app Immuni.

Pubblicità

"L'utilizzo della tecnologia è senza dubbio il metodo più efficace , in assenza di vaccino, per contenere la pandemia, e le app immuni si sono dimostrate vincenti dove sono state utilizzate in modo massivo, l'esempio del Sud Corea è noto".

"In Italia la vedo personalmente più complicata per le caratteristiche altamente democratiche della nostra società: i paletti da mettere sono molti, a cominciare dalla divulgazione dei dati personali, sino alla volontarietà del consenso per la tracciabilità, fatto che ovviamente può vanificare l'effetto di monitoraggio della app. Certo è che se dobbiamo dotarci di questo strumento la parola deve passare al Parlamento che dovrà intervenire con una legge ad hoc ", conclude Faraone.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: