Notizie locali

Archivio

Coronavirus: Gdf, 'a Bari frode su mascherine, rincaro prezzi fino a 4.000 volte in più'

Di Redazione

Roma, 22 apr. (Adnkronos) - Particolarmente incisiva è l'attività dei reparti del corpo della Guardia di Finanza "a contrasto di manovre speculative sulle merci o per scongiurare frodi in commercio" : ad esempio "a seguito di una complessa attività di indagine eseguita a Bari si è accertata l'applicazione, da parte di diversi rivenditori, di un ricarico sui prezzi delle mascherine che hanno raggiunto picchi fino a 4000 volte in più". Ad affermarlo, nel corso della sua audizione in Commissioni riunite Finanze e Attività produttive, presso l'Aula della Commissione Trasporti, è il colonnello Pietro Bianchi della Guardia di Finanza. Bianchi evidenzia che "ad oggi i soggetti segnalati all'autorità giudiziaria per i reati di manovre speculative su merci (art. 501-bis c.p.), frode nell'esercizio del commercio (art. 515 c.p.), vendita di prodotti industriali con segni mendaci (art. 517 c.p.) e truffa (art. 640 c.p.) sono stati 307".

Pubblicità

I servizi di Roma in materia di turbativa d'asta e inadempimenti in contratti di pubbliche forniture, ricorda Bianchi, "ha portato all'arresto di un imprenditore che si era aggiudicato dalla Consip spa un appalto del valore di circa 15,8 milioni di euro per l'approvvigionamento di dispositivi di protezione individuali e apparecchiature elettromedicali".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: