Notizie locali

Archivio

Coronavirus: Zingaretti, 'nuova politica industriale, più coordinamento aziende Stato' (2)

Di Redazione

(Adnkronos) - Parlando dell'esigenza di un maggiora coordinamento tra le aziende di Stato, Zingaretti aggiunge: "Oggi più che mai non è possibile andare in ordine sparso, senza una chiara direzione di marcia. Ed è invece necessario scegliere e lavorare su strategie integrate per dare una spinta al Paese. Significa che Ministeri e altre amministrazioni pubbliche, grandi imprese a partecipazione statale, sino ad attori come Invitalia e Cassa Depositi e Prestiti, debbono avere obiettivi chiari, essere parte integrante un disegno di rilancio del Paese".

Pubblicità

"Un disegno al quale debbono dare il loro contributo le parti sociali e nel quale ognuno deve mettere la sua competenza, le sue risorse umane, i suoi capitali. In altri Paesi - pensiamo alla Francia - ci sono esempi di governance del sistema industriale capaci di portare insieme i diversi attori. Presto ci saranno le nostre proposte su questo punto".

"La seconda svolta è promuovere i grandi attori industriali che servono all'Italia per giocare un ruolo da protagonista su asset strategici per il domani: penso all'automazione e all'ingegneria industriale, centrali nelle fabbriche del futuro; alle scienze della vita, che il Covid ha mostrato ancora più essenziali per i nostri cittadini; al settore energetico, in cui è urgente l'accelerazione verso le tecnologie green. Sono tutti ambiti in cui già oggi abbiamo eccellenze riconosciute nel mondo, sulle quali oggi dobbiamo investire per renderle più forti e grandi e dobbiamo costruire attorno ad esse dei veri "Ecosistemi dell'innovazione": grandi attori, centri di ricerca, Pmi, startup".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: