Notizie locali

Archivio

Coronavirus: 'dati sempre corretti', la ricostruzione di Fontana in consiglio (2)

Di Redazione

(Adnkronos) - Nei giorni successivi, "abbiamo chiesto di verificare l'Rt Sintomi del report 35 ma ci è stato detto di dichiarare che tale richiesta doveva essere considerata una rettifica del nostro flusso: nel caso in cui non avessimo consentito ad ammettere di operare una rettifica del dati, l'Iss ci ha comunicato che non avrebbe formalizzato il nostro valore permettendoci di entrare in zona arancione, e questo mi sembra abbastanza grave. Abbiamo, quindi, formalizzato una richiesta di rivalutazione del Rt sintomi del report 35 dichiarando un'integrazione di dati a seguito del confronto tecnico con Iss e su loro precisa richiesta".

Pubblicità

Da qui, "il cts e la cabina di regia - ha sottolineato Fontana - non potendo che prender atto della correzione necessaria del valore di Rt sintomi della Lombardia, hanno scritto nei loro verbali, poi confluiti nella motivazione dell'ordinanza del Ministro, che la rivalorizzazione dell'indicatore era il frutto di una nostra rettifica. Ma ciò non risponde al vero. I nostri dati sono sempre stati coerenti con i flussi provenienti dai sistemi informativi delle Ats, mantenendo anche le eventuali incompletezze senza interventi forzati da parte di Regione. I nostri tecnici non hanno mai inserito in modo artificioso dati: a noi interessa una valorizzazione realistica della pandemia, non forzare una lettura semplificatrice", ha concluso Fontana.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: