Notizie locali

Archivio

Coronavirus: pg Salvi, ‘criminalità organizzata e illegalità ostacolo a ripresa'

Di Redazione

Roma, 29 gen. (Adnkronos) - “Nel 2020 il Paese ha affrontato una minaccia diversa ma non meno severa. Anch'essa ha posto in discussione gli equilibri tra poteri in una situazione di emergenza. Sono affiorate drammaticamente le carenze delle infrastrutture essenziali del Paese. Si è reso evidente che l'esistenza di criminalità organizzata e di illegalità diffusa costituivano elementi di ostacolo al recupero”. Lo ha detto il procuratore generale della Cassazione Giovanni Salvi nella sua relazione in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario.

Pubblicità

“Come la sfida degli anni '70, tuttavia, anche la nuova ha fatto emergere realtà positive, la solidarietà, la fermezza, la compostezza e – soprattutto – la dedizione e il sacrificio di quanti operano nella sanità, a tutti i livelli, e ai quali va la nostra gratitudine” ha aggiunto.

“La giustizia ha molto sofferto – ha sottolineato Salvi - Il dato statistico dà solo un'immagine parziale di ciò che è mutato nel nostro lavoro e nella nostra capacità di dare giustizia, con le forme e con le garanzie necessarie perché il processo, e la decisione che da esso scaturisce, siano sentite come giuste dalla collettività. Abbiamo avvertito innanzitutto il peso della nostra arretratezza, soprattutto nella diffusione del processo telematico”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: