Notizie locali

Archivio

Vaticano: Papa Francesco, 'la scusa che tanto nulla cambierà è il più vile degli scetticismi' (2)

Di Redazione

(Adnkronos) - Infatti, avverte il Papa, "la nostra vita di fede cristiana si indebolisce, perde profezia e capacità di stupore e gratitudine, nell'isolamento personale o chiudendosi in piccoli gruppi: per sua stessa dinamica, esige una crescente apertura capace di raggiungere e abbracciare tutti".

Pubblicità

E allora, per il Pontefice, occorre essere "consapevoli che la vocazione alla missione non è una cosa del passato o un ricordo romantico di altri tempi. Oggi, c'è bisogno di cuori che siano capaci di vivere la vocazione come una vera storia d'amore, che li faccia andare alle periferie del mondo e diventare messaggeri e strumenti di compassione" ricordando che "ci sono periferie che si trovano vicino a noi, nel centro di una città o nella propria famiglia".

Papa Francesco ricorda che "c'è anche un aspetto dell'apertura universale dell'amore, che non è geografico bensì esistenziale. Sempre, ma specialmente in questi tempi di pandemia per il coronavirus, è importante aumentare la capacità quotidiana di allargare la nostra cerchia, di arrivare a quelli che spontaneamente non sentiremmo parte del nostro mondo di interessi, benché siano vicino a noi".

(di Enzo Bonaiuto)

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: