Notizie locali

Archivio

Draghi: 'uniti per amore Italia con spirito repubblicano, siamo governo Paese'/Adnkronos

Di Redazione

Roma, 17 feb. (Adnkronos) - Quello che oggi si presenta al Parlamento per chiedere la fiducia "è semplicemente il governo del Paese, che nasce in una situazione di emergenza raccogliendo l'alta indicazione del capo dello Stato", animato dallo "spirito repubblicano" e frutto del dovere dell'unità. Un dovere guidato da ciò che son certo ci unisce tutti: l'amore per l'Italia". Mario Draghi di fronte al Senato disegna così la mission politica del suo esecutivo, che "non poggia su alchimie politiche", né rappresenta il "fallimento della politica", perché "nessuno fa un passo indietro rispetto alla propria identità ma semmai, in un nuovo e del tutto inconsueto perimetro di collaborazione, ne fa uno avanti nel rispondere alle necessità del Paese".

Pubblicità

Un'Italia stremata da un anno di pandemia, che fa appello alla "nostra responsabilità nazionale. Il principale dovere cui siamo chiamati, tutti, io per primo come presidente del Consiglio, è di combattere con ogni mezzo la pandemia -sottolinea il premier- e di salvaguardare le vite dei nostri concittadini. Una trincea dove combattiamo tutti insieme. Il virus è nemico di tutti. Ed è nel commosso ricordo di chi non c'è più che cresce il nostro impegno".

Riforme e gestione dell'emergenza diventano perciò il binomio inscindibile per orientare l'azione del governo. "Non esiste un prima e un dopo. Siamo consci -dice il premier nella prima delle sue due citazioni (l'altra sarà per papa Francesco)- dell'insegnamento di Cavour: 'le riforme compiute a tempo, invece di indebolire l'autorità, la rafforzano'. Ma nel frattempo dobbiamo occuparci di chi soffre adesso, di chi oggi perde il lavoro o è costretto a chiudere la propria attività".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: