Notizie locali

Archivio

**Governo: duello partiti su sottosegretari, si punta a chiudere lunedì ma strada in salita** (5)

Di Redazione

(Adnkronos) - Anche in casa Forza Italia c'è fermento. Tanti aspiranti veri o presunti per solo sette posti, di cui uno spetterebbe all'Udc. Per la precisione si tratterebbe di 5 senatori e due deputato. Ecco, secondo le ultime indiscrezioni, la griglia dei papabili: a palazzo Madama si fanno i nomi di Lucio Malan, già componente della commissione Affari esteri e emigrazione di Palazzo Madama per la Difesa o gli Esteri; Francesco Battistoni, commissario regionale nelle Marche, vicino a Tajani, per l'Agricoltura; Gilberto Pichetto, in lizza per un ruolo 'economico' vista l'esperienza maturata nelle commissioni Finanze, Lavoro-Politiche sociali e Sviluppo economico di palazzo Madama. In corsa pure Stefania Craxi per Fi e Maria Alessandra Gallone per i centristi.

Pubblicità

Come deputati circola il nome di Andrea Mandelli, fedelissimo del Cav e presidente dell'Ordine nazionale dei farmacisti, per un incarico al ministero della Salute, e quello dell'avvocato Francesco Paolo Sisto, responsabile Giustizia del partito, per la casella di via Arenula. Per il Viminale spunta il nome di Marianna Li Calzi. Per lei sarebbe un ritorno, essendo già stata sottosegretaria all'Interno nel '94 con il governo Berlusconi. Si è parlato anche di Giorgio Mulè, Andrea Cangini e Alberto Barachini per le Telecomunicazioni o l'Editoria. Ma secondo gli ultimi rumors, tutto farebbe pensare che Barachini resterà alla presidenza della Vigilanza Rai.

Il partito di Silvio Berlusconi potrebbe ottenere il sottosegretario con delega allo sport e in questo caso la partita sarebbe a tre: tra i deputati Cosimo Sibilia, lo schermidore olimpionico Marco Marin e Paolo Barelli, presidente della Federazione nuoto. Se la scelta dovesse ricadere su Sibilia, dovrebbe rinunciare alla candidatura a presidente della Figc che lo vede contrapposto all'attuale presidente federale, Gabriele Gravina. Per il Viminale poi spunta anche il nome di una outsider: Marianna Li Calzi. Per lei sarebbe un ritorno, essendo già stata sottosegretaria all'Interno nel governo Berlusconi e poi alla Giustizia con D'Alema e Amato.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: