Notizie locali

Archivio

Covid: Draghi, 'risposte rapidi e trasparenti, pena perdita fiducia verso istituzioni'

Di Redazione

Roma, 19 feb. (Adnkronos) - "L'emergenza epidemiologica e la connessa crisi economica mettono senz'altro a dura prova la richiesta di maggiore velocità e migliore trasparenza che i governati richiedono ai governanti in ogni luogo. In democrazia è più difficile rispondere a questa doppia domanda, eppure lo Stato è chiamato a farlo, pena la perdita di fiducia verso le istituzioni, che fiacca la fiducia nel futuro". Lo ha affermato il premier Mario Draghi, nel suo primo incontro pubblico dopo la fiducia, intervenendo alla Corte dei Conti per la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario.

Pubblicità

"Evitare spese improduttive e far sì che l'amministrazione pubblica fosse di impulso nella promozione di investimenti pubblici e di sviluppo economico: sembrano obiettivi di oggi, ma erano le due direttrici del pensiero dei costruttori di questa Nazione, che portarono all'istituzione della Corte dei Conti e della Cassa Depositi e Prestiti. Con una intuizione e determinazione visionaria si posero così, già a partire dalla metà dell'Ottocento, le premesse di uno Stato moderno e di un ordinamento della finanza pubblica fondato sulla distinzione tra chi ordina la spesa, chi la esegue e chi la controlla. Da allora, la Corte dei Conti è stata nella storia d'Italia un guardiano autorevole dei conti pubblici a garanzia di tutti i cittadini", ha sottolineato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: