Notizie locali

Archivio

Covid: Codogno un anno dopo - resiste manifattura lodigiana, timori per commercio e ristorazione (3)

Di Redazione

(Adnkronos) - L'impatto del Covid-19 non risparmia il mercato del lavoro. Fra aprile e ottobre sono state autorizzate 11 milioni di ore di cassa integrazione guadagni in provincia di Lodi, due volte e mezza il totale annuo registrato nel 2014, il picco storico raggiunto a seguito della crisi del debito. Secondo una rilevazione del Centro Studi di Assolombarda, il 2020 si chiude con cali di fatturato per il 68% delle imprese di Lodi e con una azienda su quattro che misura tali diminuzioni in tassi superiori al 20%.

Pubblicità

Dopo le perdite del 2020, per il 2021 si attende un rimbalzo per quasi la metà delle imprese, che dichiarano un aumento del fatturato. Ma il 19% delle imprese prevede un calo del fatturato anche per il 2021. Oltre un'azienda lodigiana su tre ritiene di poter tornare entro il 2021 ai livelli di ricavi pre-pandemia. Tuttavia il 20% prevede una perdita strutturale, non colmabile nel medio periodo.

A risentire della crisi è anche la progettualità delle aziende, anche se solo il 12% dichiara di aver annullato progetti come nuovi investimenti produttivi, espansioni geografiche e investimenti sul capitale umano. Il 32%, invece, ha deciso di confermarli nonostante la situazione complessa e il 55% li ha mantenuti, revisionandoli nell'entità o nei tempi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: