Notizie locali
Pubblicità

Tech

Tra App e servizi pubblici on line una Sicilia in chiaroscuro: Palermo è al 12° posto, Catania al 53°, ultima Enna

L’indagine sulla digitalizzazione delle città italiane di Fpa che valuta il posizionamento dei comuni capoluogo nell’indice di trasformazione digitale

Di Redazione

Palermo sempre più digitale. Secondo il rapporto iCity Rank 2021, il capoluogo della Sicilia è al 12° posto tra le 107 città italiane monitorate. Palemro sale anche di una posizione rispetto all’anno scorso (quando era 13/a). In due anni, il balzo è stato notevole: nel 2019 Palermo era al 77° posto. Invece Enna è la la città meno digitale d’Italia. E se Palermo è 12°, più distaccata c’è Catania, in 53/a posizione, Messina al 62° posto Messina, Ragusa al 77°, Siracusa in 83/a posizione, cinque posti più in basso c'è Caltanissetta (88), Trapani 99/a, Agrigento al numero 103, fanalino di coda Enna, che chiude al 107° posto.

Pubblicità

L’indagine sulla digitalizzazione delle città italiane di Fpa, società del gruppo DIGITAL360, è stata presentata stamani in occasione di Forum PA Città.

La ricerca valuta il posizionamento dei comuni capoluogo nell’indice di trasformazione digitale, ottenuto dalla media aritmetica di 8 indici settoriali (disponibilità online dei servizi pubblici, disponibilità di app di pubblica utilità, integrazione delle piattaforme digitali, utilizzo dei social media, rilascio degli open data, trasparenza, implementazione di reti wifi pubbliche e diffusione di tecnologie di rete), frutto della sintesi di 36 indicatori basati su 130 variabili e circa 14.000 dati elementari quasi interamente frutto di rilevazioni di Fpa realizzate nell’anno in corso.

I capoluoghi meridionali evidenziano un ritardo nella trasformazione digitale, collocandosi con più frequenza nella fascia bassa delle graduatorie. Confrontando il punteggio medio delle città del Mezzogiorno con quello nazionale si vede uno scarto complessivo di circa il 25%, che supera il 40% in ambiti come gli open data e le reti di wifi pubblico.

Ma qualcosa si muove anche al Sud: oltre a Cagliari al 9° posto, troviamo Palermo al 12°, con il massimo dei voti nell’ambito degli Open Data, al pari di Milano e Pisa, e in ottima posizione nelle classifiche settoriali che riguardano apertura e servizi online.

E al 20° nella classifica generale, c'è Bari, che eccelle soprattutto nell’apertura e nei servizi online. Da segnalare anche il recupero di Napoli, 26°posto, che scala 11 posizioni grazie al massimo dei voti nelle app municipali e il buon piazzamento nei social, e di Messina, che passa dall’89°posto del 2020 al 62°attuale, salendo di quasi 30 posizioni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA