Notizie locali
Pubblicità

Trapani

Alcamo, tasse non pagate per oltre 3 milioni di euro: maxisequestro di beni a due imprenditori cinesi

È stato effettuato dalla Guardia di Finanza un sequestro di articoli di abbigliamento e casalinghi dal valore di oltre 400 mila euro

Di Redazione

È stato effettuato dalla Guardia di Finanza di Alcamo un sequestro di articoli di abbigliamento e casalinghi dal valore di oltre 400 mila euro, a carico di una coppia di imprenditori cinesi, originari di Zhejiang, di 57 e 59 anni.

Pubblicità

 I due coniugi sono uno amministratore unico di una srl e l’altro titolare dell’omonima ditta individuale, chiusa nel 2017.

Le due società si occupavano di distribuzione all'ingrosso di abbigliamento e articoli per la casa. I successivi accertamenti hanno permesso di rilevare come, durante gli ultimi anni, i due avessero compiuto una serie di frodi. La motivazione sarebbe quella di sottrarsi al pagamento di imposte sui redditi e sul valore aggiunto per un ammontare complessivo di oltre tre milioni di euro, di cui più di due e mezzo già iscritti a ruolo.

Le truffe avevano l'obbiettivo di neutralizzare la procedura di riscossione coattiva, presentando formalmente tutte le dichiarazioni fiscali previste dalla legge, ma non versando neanche un euro di quanto effettivamente dovuto all’erario.

Tutti i beni aziendali della ditta individuale, intestata a uno dei soggetti indagati, con il maggior debito tributario, poco prima della formale cessazione, venivano trasferiti, attraverso una finta cessione di ramo d’azienda alla società a responsabilità limitata di più recente costituzione in perfetta continuità con la prima sia quanto all’attività economica esercitata che ai cospicui utili che ne derivavano. In tal modo i due imprenditori si sono resi responsabili del reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, nonché di autoriciclaggio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA