Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

agenzia

Accoltellò sei persone ad Assago, pm chiede condanna a 20 anni

Tombolini al giudice: "Chiedo scusa, non so cosa mi sia preso"

Di Redazione |

MILANO, 18 SET – Il pm di Milano Paolo Storari ha chiesto una condanna a 20 anni di reclusione, senza attenuanti generiche e con 3 anni di misura di sicurezza a pena espiata, per Andrea Tombolini, il 46enne accusato di omicidio, duplice tentato omicidio e lesioni per aver accoltellato sei persone, uccidendone una e ferendone gravemente due, il 27 ottobre 2022 al Carrefour del centro commerciale Milanofiori di Assago, nel Milanese. “Chiedo scusa, non so cosa mi sia successo, cosa mi sia preso”, ha detto, in sostanza, l’imputato con dichiarazioni davanti al gup Silvia Perrucci nel processo con rito abbreviato. Tra i feriti, per i quali vengono contestate a Tombolini le lesioni, anche il calciatore del Monza Pablo Marì, che qualche giorno dopo l’aggressione fu dimesso dall’ospedale, ma tornò a giocare solo a gennaio. E’ parte civile con il legale Francesco De Martino, che ha chiesto un risarcimento danni. Nel corso delle indagini, condotte dai carabinieri, era stata discussa davanti al gip Patrizia Nobile una perizia psichiatrica che ha accertato che l’uomo, malgrado soffra di disturbi psichici, era capace di intendere e di volere al momento dei fatti. Da qualche mese è ai domiciliari in una struttura psichiatrica. Il pm, da quanto si è appreso, nell’udienza a porte chiuse ha spiegato che Tombolini “deve essere curato, non deve stare in carcere”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: