Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

agenzia

Apre Science Gateway, un polo per diffondere la scienza

Al Cern disegnato da Renzo Piano, con contributo di Stellantis

Di Redazione |

GINEVRA, 07 OTT – Apre al Cern l’iconico Science Gateway, il nuovo centro per l’educazione scientifica e la cultura. Un complesso su una superficie complessiva di 8.000 metri quadrati con un ponte lungo 210 metri sospeso a 6 metri dal suolo che collega gli edifici su entrambi i lati della strada, un bosco di 400 alberi e una piazza. Il progetto è dell’architetto Renzo Piano ed è stato finanziato grazie a donazioni esterne, con Stellantis, attraverso la Stellantis Foundation, come maggiore sostenitore con 45 milioni di euro sui 100 complessivi. Tra gli altri figurano anche Lego, Rolex, la Fondazione Carla Fendi e la Solvay. L’auditorium da 900 posti, modulare e configurabile secondo le esigenze, è dedicato a Sergio Marchionne, l’amministratore delegato di Fca scomparso cinque anni fa. All’inaugurazione hanno partecipato il presidente della Confederazione Svizzera Alain Berset, i ministri europei dell’Università e della ricerca tra cui quella italiana Anna Maria Bernini, le autorità degli Stati membri e associati del Cern, i donatori e i partner. Presenti anche gli ex premier Enrico Letta e Mario Monti. La nuova struttura sarà aperta da domani 8 ottobre, dal martedì alla domenica, ai visitatori di tutto il mondo, a partire dai cinque anni di età. “Per me è un sogno che è diventato realtà e sono profondamente grata a tutte le persone che hanno contribuito al progetto, a partire dai nostri generosi donatori” ha detto la direttrice del Cern Fabiola Gianotti. L’obiettivo è passare da 150.000 visitatori all’anno fino a un massimo di mezzo milione. “Riusciremo ad accontentare tante persone che non sono riuscite a venire al Cern. Le guide continueranno a essere i nostri scienziati perché il pubblico ama incontrare e dialogare con le persone che lavorano qui. Una novità è che i laboratori per i bambini cominceranno dall’età di 5 anni, mentre oggi si parte dai 16 anni” spiega Gianotti. “Non è un museo, non è una scuola, non è un centro di ricerca, ma è un po’ di tutte queste cose. È Un ponte sia in senso fisico sia metaforico” sottolinea Renzo Piano.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: