Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

agenzia

Borsa: l’Europa negativa con i segnali di nuovi rialzi dei tassi

Salgono i rendimenti dei titoli di Stato. L'euro è poco mosso

Di Redazione |

MILANO, 06 LUG – I verbali della Fed ed segnali di nuovi rialzi dei tassi d’interesse mettono di cattivo umore i mercati a livello globale. Dopo la chiusura in calo dei listini asiatici anche quelli europei si muovono in terreno negativo, in vista dell’avvio di Wall Street dove i future sono in flessione. Salgono i rendimenti dei titoli di Stato, con il decennale del Regno Unito che tocca i massimi. Sul fronte valutario l’euro è poco mosso a 1,0880 sul dollaro. L’indice d’area stoxx 600 cede l’1,3%. In netto calo Parigi (-1,6%). Male anche Londra (-1,3%), Francoforte (-1,2%), Madrid (-1,1%) e Milano (-1%). Sui principali listini pesano le auto (-1,1%) e il lusso (-1,1%). Male anche il comparto finanziario con le banche che cedono l’1,2% e le assicurazioni l’1%. Giù il tecnologico (-1,4%) e la farmaceutica (-1,5%). Giornata negativa per l’energia (-1,2%), con il petrolio poco mosso. Il Wti si attesta a 71,76 dollari al barile (-0,01%) e il Brent a 76,54 dollari (-0,1%). Più contenute le perdite delle utility (-0,4%), con il prezzo del gas che registra una flessione del 2,7% a 33,4 euro al megawattora. A Piazza Affari scivolano Stm (-2,8%), Recordati (-2,2%) e Prysmian (-2%). Tra le banche Mps e Intesa cedono l’1,9%. Nel listino principale brilla Fineco (+6%), dopo i dati sulla raccolta migliori delle attese degli analisti. Positive anche Unipol e Campari (+0,2%). Tra i titoli minor capitalizzazione sono in calo le quotate della famiglia Berlusconi dopo la lettura del testamento del Cavaliere. Le azioni Mfe B, con un maggior numero di diritti di voto, scende dello 0,4% a 0,72 euro e quelle Mfe A cedono l’1,2% a 0,53 euro. In negativo anche Mondadori che cede lo 0,2% a 2,15 euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: