Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

agenzia

Comunali: Mulè, ‘non è risultato storico del centrosinistra’

Di Redazione |

Roma, 25 giu. “Ho sentito che l’opposizione è arrivata a definire un risultato storico quello uscito dai ballottaggi. Ma qui di storico, con tutto il rispetto, non c’è nulla. Anche perché il numero dei comuni amministrato dal centrodestra superiori ai 15.000 abitanti è lo stesso rispetto a quello della tornata elettorale precedente. Sarebbe stato risultato storico se, ad esempio, alle elezioni europee la coalizione di governo avesse riportato un risultato punitivo. È successo esattamente il contrario e il centrodestra ha avuto un risultato lusinghiero superiore a quello del 2022. Se poi andiamo a guardare i risultati in profondità salta all’occhio che in Puglia, Lecce è la terza città capoluogo dopo Brindisi e Barletta che passa dal centro sinistra al centrodestra, così come Caltanissetta al sud – un tempo roccaforte dei cinque stelle – è stata aggiudicata al centrodestra”. Lo ha dichiarato a Sky Tg 24 Giorgio Mulè, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia.

“C’è da avviare una riflessione, piuttosto -avverte Mulè- sul turno di ballottaggio rispetto alla possibilità di aggiudicare la vittoria già al primo turno in presenza di una percentuale di consensi elevata, come avviene già in Sicilia, del 40%. il paradosso infatti che candidati vincenti al secondo turno abbiano meno voti rispetto alla secondo arrivato il primo turno. Siccome ci importa è che la volontà popolare venga legittimata, ritengo che sia giusto riflettere se il doppio turno per le elezioni comunali possa avere ancora un senso”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: