Notizie Locali


SEZIONI
°

agenzia

Curling: test per gli azzurri al centro di preparazione olimpica dell’Acqua Acetosa

Di Redazione |

Roma, 26 mag. – “Abbiamo concluso una stagione particolarmente intensa segnata da ottimi risultati, alcuni anche inaspettati: l’obiettivo è continuare così fino ai Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026”. Parola di Amos Mosaner. Medaglia d’oro nel doppio misto di curling all’Olimpiade Invernale di Pechino 2022 con Stefania Constantini, il ventottenne trentino è stato sottoposto con gli altri azzurri ai test dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del Coni presso il Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa, a Roma. “Questi test – spiega – sono fondamentali oggi ma soprattutto in vista dei prossimi mesi, perché ci permettono di capire su cosa ognuno di noi si debba concentrare per migliorare”.

Gli atleti hanno svolto prove funzionali in chiusura della stagione, con lo sguardo rivolto alla preparazione di quelli che saranno i primi impegni del nuovo anno agonistico. I test riguardano la mobilità articolare, la valutazione neuromuscolare della forza e l’aspetto metabolico, analizzato attraverso la spazzata a simulare una situazione di gara. L’integrazione con tutti i settori della medicina e la presenza dei medici dell’Istituto ha permesso inoltre un sostegno a 360 gradi e un’analisi accurata ed immediata di tutti i valori raccolti.

Ad attendere i ragazzi una nuova stagione ricca di impegni, ma come sottolinea Stefania Constantini il grande obiettivo ad ampio raggio sono i Giochi di Milano-Cortina 2026: “Partecipare ad un’Olimpiade in casa sarà speciale, per me che vivo a Cortina ancora di più. Un’esperienza tutta nuova. A Pechino abbiamo raggiunto un risultato importante: abbiamo il dovere di lavorare ogni giorno dando il massimo per costruirci la chance di confermarci”.

Veterano della Nazionale maschile, c’è anche Joel Retornaz a faticare in vista di quella che sarebbe la sua quarta Olimpiade (nonché seconda in Italia, avendo lui partecipato anche a Torino 2006): “Sono passato dall’essere l’azzurro più giovane a rivestire il ruolo di giocatore più esperto della Nazionale. Per me è un orgoglio far parte di questo gruppo, in cui ho vissuto un importante ricambio generazionale: è importante vedere ragazzi più piccoli che credono nello sport del curling e si impegnano per permetterci di mantenere l’alto livello che abbiamo raggiunto. Milano-Cortina 2026? È già nella nostra testa. Vogliamo arrivarci preparati. Sarà molto emozionante”.

Oltre ad Amos Mosaner, Stefania Constantini e Joel Retornaz, gli atleti coinvolti, sotto lo sguardo dell’allenatrice della Nazionale femminile, Violetta Caldart, sono stati Fabio Ribotta, Luca Rizzolli, Alberto Zisa, Francesco Vigliani, Camilla Gilberti, Giacomo Colli, Francesco De Zanna, Sebastiano Arman, Mattia Giovanella, Giulia Zerbini Lacedelli, Marta Lo Deserto, Angela Romei, Alberto Pimpini, Fabrizio Gallo, Daniele Ferrazza e Stefano Gilli. Presente anche l’infortunato Simone Gonin.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: