Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

Ultimi aggiornamenti

Da domenica arriva svolta invernale,previste 3 perturbazioni

Ma le temperature non saranno gelide

Di Redazione |

ROMA, 12 GEN – Arriva l’inverno, con un freddo che peraltro sarà non gelido. Dopo due altre giornate miti e soleggiate, domenica sarà sull’Italia il primo di almeno 3 fronti freddi. Secondo le previsioni di Andrea Garbinato, responsabile redazione del sito www.iLMeteo.it, lo spostamento dell’Anticiclone delle Azzorre verso Ovest aprirà la porta alle fredde correnti polari, lungo un corridoio esteso dalla Scozia fino all’Algeria. In pratica, da domenica 15 gennaio inizieranno, gradualmente, a fluire correnti più instabili da Nord Nord-Ovest che favoriranno la formazione di successivi cicloni. Il maltempo più acceso verso l’Italia è previsto per domenica 15, martedì 17 e giovedì 19 gennaio. Un triplice attacco che porterà finalmente la neve sugli Appennini favorendo l’apertura della stagione sciistica anche al Centro-Sud. In altre parole, arriverà l’Inverno, non gelido ma tipico del nostro Paese, con massime in pianura sui 5 gradi al Nord, sui 10°C al Centro e sui 15°C al Sud. Le minime saranno vicine agli zero al Nord, sui 6-7 gradi al Centro e sui 10°C al Sud. Dopo altre due giornate soleggiate, domenica mattina avremo delle piogge diffuse in Liguria ed in Alta Toscana; dal pomeriggio il peggioramento investirà gran parte del Centro-Nord e il Basso Tirreno. Sulle Alpi avremo nevicate copiose oltre i 700 metri; neve diffusa sull’Appennino. Nel dettaglio: Giovedì 12: al Nord, variabile al mattino poi migliora. Al centro: bel tempo. Al sud: piogge tra Sicilia e Calabria tirreniche, molte nubi altrove. Venerdì 13: al Nord, cielo coperto con locali nebbie. Al centro: cielo molto nuvoloso. Al Sud: nubi irregolari a tratti compatte in Campania. Sabato 14: al Nord, cielo poco nuvoloso con possibili nebbie. Al centro: bel tempo prevalente, in serata nubi verso la Toscana. Al sud: qualche pioggia in Calabria. Tendenza: peggiora da domenica e nei giorni successivi con l’arrivo del vero Inverno italiano.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA