Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

agenzia

Golf: Chimenti, ‘a Ryder Cup in Italia non credeva nessuno, mi sono giocato ruolo presidente’

Di Redazione |

Roma, 21 set. “Ho la fortuna di avere un certo carattere, non mi lascio prendere mai dall’entusiasmo, è la mia natura, se così fosse stato oggi non sarei qui, ma da qualche parte a curarmi. Sinceramente è come aver subito un trauma quasi irreversibile. Sapevo benissimo a cosa andavamo incontro, l’ho affrontato anche se sapevo che mi sarei giocato la mia poltrona da presidente per una idea, ma l’ho perseguita. E’ più importante far valere ciò che avevo in mente che rimanere dietro. Ho avuto ragione allora, non ci credeva nessuno”. Queste le parole del presidente della Federgolf Franco Chimenti, alla presentazione della programmazione di Sky per la Ryder Cup. “Ho vissuto come un incubo quando avevo saputo, in modo riservatissimo, che essendo rimasti in 4 formazioni Italia, Germania, Spagna ed Austria, che il giorno successivo ci sarebbe stata la comunicazione che sarebbe avvenuta telefonicamente. Avrebbero iniziato a chiamare a partire dalle ore 10 ogni quarto d’ora le 4 squadre dall’ultima a quella vincente. Eravamo una trentina di persone nella mia stanza ed ero molto in ansia. La certezza c’è stata alle 10,30, con la rivelazione che il nostro vero avversario, tra i quattro, era la Spagna anche se l’aveva già avuta, ma alla fine l’abbiamo spuntata noi”, ha raccontato Chimenti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: