Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

agenzia

Iran: premio Nobel non indossa il velo, stop alle cure mediche

Narges Mohammadi è rinchiusa a Evin. Famiglia, salute a rischio

Di Redazione |

PARIGI, 02 NOV – Le autorità carcerarie iraniane hanno bloccato il trasferimento in ospedale di Narges Mohammadi, vincitrice del Premio Nobel per la Pace 2023, che ha bisogno di cure urgenti, a causa del suo rifiuto di indossare l’hijab. Lo ha denunciato la famiglia dell’attivista in un comunicato, avvertendo che la sua salute è a rischio. Le autorità carcerarie si sono rifiutate di trasferire Mohammadi, che soffre di problemi cardiaci e polmonari, in un ospedale fuori Evin, stando al comunicato. Mohammadi, 51 anni, attualmente detenuta nella prigione Evin di Teheran, è stata premiata a ottobre “per la sua lotta contro l’oppressione delle donne in Iran”. L’assegnazione è avvenuta sulla scia delle proteste durate mesi in tutto l’Iran, scatenate dalla morte in carcere, nel settembre 2022, di Mahsa Amini, 22 anni, arrestata per aver presumibilmente violato le rigide regole di abbigliamento femminile. Mohammadi ha poi annunciato che non avrebbe indossato in nessun caso l’hijab. “Il direttore del carcere ha detto che, secondo gli ordini delle autorità superiori, il trasferimento in ospedale senza velo è proibito e il suo trasferimento è stato annullato”, ha detto la famiglia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: