Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

Ultimi aggiornamenti

Manovra: Meloni, ‘mantenuti impegni, difendiamo lavoratori e famiglie’

Di Redazione |

Roma, 29 nov Nella manovra “emergono priorità e una visione: crescita economica e attenzione al lavoro, a partire dalla messa in sicurezza del sistema produttivo a fronte del caro energia. Abbiamo dato segnali chiari con la tassazione sui premi di produttività, il fisco per gli autonomi, i provvedimenti che eliminano gabelle inutili, il pacchetto famiglia da un miliardo e mezzo di euro. E poi l’attenzione ai redditi più bassi”. Lo dice Giorgia Meloni al Corriere della sera.

“Alcuni sono rimasti spiazzati dalle scelte di un governo che, si diceva, avrebbe favorito i ricchi: noi abbiamo scelto invece di sostenere i più fragili e rafforzare la classe media. Anche la tassa piatta incrementale si applica su massimo 40 mila euro, riguarda dunque il ceto medio. Il messaggio di fondo che vogliamo dare è questo: la ricchezza non la crea lo Stato ma le imprese con i loro lavoratori. Allo Stato compete dare una mano. Saremo al fianco di chi, in un momento difficile, si rimbocca le maniche”, spiega la premier.

“Tutte le critiche sono utili e le rispetto”, prosegue la Meloni tra le altre cose, “Bonomi dice che non si è fatto nulla perle imprese. Devo segnalare che abbiamo liberato 30 miliardi per destinarli interamente al caro energia; “Landini dice invece che non abbiamo fatto nulla peri poveri. E allora come definirebbe l’indicizzazione delle pensioni minime al 120%, l’aumento del 50% dell’assegno unico per i figli, i 500 milioni contro il caro carrello e il taglio del cuneo fiscale per i redditi più bassi? Sull’accusa di aiutare le categorie che pagherebbero meno tasse come gli autonomi la considero un tipico pregiudizio della sinistra e non l’ho mai condiviso”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: