Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

agenzia

Migranti: giudice Cioffi, ‘segnato da attacchi 2018, Apostolico? Inopportuno manifestare’

Di Redazione |

Roma, 7 ott. “C’erano degli amici che andavano, non ero né ospite né invitato. Ma subii attacchi di una tale virulenza, tale e tanto fu il clamore mediatico” che quella “vicenda mi ha profondamente segnato”. Lo dice ai microfoni del Tg1 Giuseppe Cioffi, il giudice napoletano che a inizio del 2018 fu al centro di polemiche dopo un articolo di la Repubblica che aveva pubblicato una sua foto di sei mesi prima a Ischia davanti a una convention di Forza Italia, in posa con alcune persone fra cui un consigliere provinciale azzurro. Cioffi finì sotto accusa perché era nella terna di giudici che avrebbe dovuto giudicare i due fratelli di Luigi Cesaro, all’epoca parlamentare di Forza Italia.

Oggi alcuni accostano il suo caso a quello della giudice catanese Iolanda Apostolico. Nel corso dell’intervista al Tg1, a Cioffi viene dunque chiesto quale sia la sua opinione sulla presenza di un giudice a una manifestazione di segno politico, come quella di Apostolico alla manifestazione di 5 anni fa a Catania sul Caso Diciotti: “Inopportuna – replica Cioffi – ma sicuramente un giudice non deve trasferire la propria ideologia nei provvedimenti”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: