Notizie Locali


SEZIONI
Catania 33°

agenzia

Mo: De Corato, ‘vicinanza a Israele, sinistra milanese si dovrebbe fare qualche domanda’

Di Redazione |

Milano, 7 ott. “Con profonda preoccupazione e rammarico apprendo del vile attacco di Hamas a uno dei pilastri della democrazia in Medio Oriente quale lo Stato di Israele; sono sempre stato vicino allo stato di Israele e alla comunità ebraica di Milano, fin da quando ero vice-sindaco di Milano. A loro va la mia solidarietà e vicinanza”. Così il deputato di FdI Riccardo De Corato, in merito all’attacco di Hamas a Israele.

“Ricordo ancora quando, durante la giunta Pisapia, venne invitato dal comune di Milano e dal coordinamento dei centri islamici milanesi l’Imam Sheykh Riyad Al Bustanji, che fieramente dichiarò in un’intervista di aver portato sua figlia a Gaza per imparare dalle donne palestinesi come si allevano i figli della jihad e al martirio -afferma De Corato-. In effetti la sinistra italiana, con la rara eccezione di qualche politico di spicco, non ha mai preso una forte posizione contro gli attentati terroristici compiuti da Hamas. Penso a quanto avviene ogni anno contro la brigata ebraica, da parte dei centri sociali coccolati dalla sinistra milanese, durante le celebrazioni del 25 aprile; quanto ai 5 stelle, abbiamo avuto una deputata, Stefania Ascari, ospite alla Conferenza europea dei palestinesi a Malmo: noto ritrovo di simpatizzanti di Hamas. Chissà se la stessa deputata oggi consideri ancora, dopo quanto successo, i palestinesi come vittime silenziose di una guerra spietata, nonché che vi sia in corso un genocidio”.

“Mi chiedo -conclude- che cosa faranno ora gli esponenti della sinistra milanese che siedono nella giunta di Milano con i gruppi pro Hamas: prenderanno le distanze o continueranno a invitare imam che inneggiano al martirio?”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: