Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

Ultimi aggiornamenti

Qatargate: Schlein, ‘indignarci non basta, istituzioni reagiscano con fermezza’

Di Redazione |

Roma, 14 dic “Gravissimo è pure l’altro lato di questa vicenda: il tentativo di ingerenza nell’attività del parlamento da parte di uno o due Stati esteri, tentativo fortunatamente sventato perché il Parlamento ha preso posizioni dure e chiare contro le violazioni dei diritti di lavoratori e lavoratrici in Qatar”. Lo scrive Elly Schlein in un posto su Facebook sul Qatargate.

“Le autorità devono fare piena luce su quanto accaduto e se le accuse saranno confermate i responsabili ne risponderanno davanti alla giustizia, ma non è sufficiente: anche le istituzioni devono reagire con fermezza assoluta. Quando ero al Parlamento europeo ero copresidente di un intergruppo parlamentare sulla trasparenza e la lotta a corruzione e mafie, e abbiamo proposto già allora di stringere le maglie e i controlli sulle attività delle lobby all’interno delle istituzioni europee”, prosegue.

“Rafforzare i registri obbligatori dei gruppi di interesse che accedono alle Istituzioni, con norme di trasparenza sui loro bilanci, così come maggiore trasparenza dei parlamentari sugli incontri con le organizzazioni e i portatori di interesse, e sulle proposte ricevute nella stesura delle normative”, sottolinea la candidata alla segreteria del Pd.

“C’è poi da evitare il fenomeno delle porte scorrevoli, che vede chi ha avuto ruoli di rappresentanza delle istituzioni poi farvi seguire con disinvoltura ruoli di rappresentanza di interessi privati, e per limitare questo fenomeno servono adeguati periodi di raffreddamento dopo la conclusione del mandato, perché non vi sia commistione né alcuna ombra di conflitto di interessi. Indignarci per la gravità di questo scandalo non basta, se non si coglie l’occasione di aumentare gli strumenti di difesa rispetto ai tentativi criminali di influenza”, conclude.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: