Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

Ultimi aggiornamenti

Ramos addio amaro alla Spagna “nuovo ct non conta su di me”

Niente più nazionale: "Viaggio non meritava di finire così"

Di Redazione |

ROMA, 23 FEB – Sergio Ramos dice addio alla nazionale spagnola. Il difensore del Psg ha infatti ufficializzato il ritiro, spiegando però che non si tratta di una decisione personale: il nuovo ct della Roja, De La Fuente che ha preso il posto di Luis Enrique dopo i mondiali in Qatar, non lo considera parte del progetto. “È arrivato il momento di salutare la Nazionale, la nostra cara ed entusiasmante Roja – scrive Ramos sul suo profilo Instagram -. Questa mattina ho ricevuto una telefonata dall’attuale ct che mi ha detto che lui non conta e che non conterà su di me, indipendentemente dal livello che posso dimostrare o da come continuerò la mia carriera sportiva. Con grande rammarico, è la fine di un percorso che speravo fosse più lungo e che si concludesse con un sapore migliore in bocca. Credo umilmente che questo viaggio meritasse di finire per decisione personale o perché il mio rendimento non fosse all’altezza di quanto meriterebbe la nostra Nazionale, ma non per età o altri motivi. Perché essere giovani o meno giovani non è un pregio o un difetto, è solo una caratteristica temporanea che non è necessariamente legata al rendimento o alla capacità. Guardo con ammirazione e invidia Modric, Messi, Pepe… l’essenza, la tradizione, i valori, la meritocrazia e la giustizia nel calcio. Purtroppo per me non sarà così, perché il calcio non è sempre giusto e il calcio non è mai solo calcio”. Ramos, che nel post ha messo una sua foto con i trofei vinti. scrive di voler “condividere questa tristezza con voi, ma anche a testa alta e molto grata per tutti questi anni e per tutto il vostro sostegno. Porto con me ricordi indelebili, tutti i titoli per i quali abbiamo lottato e festeggiato insieme e l’enorme orgoglio di essere il giocatore spagnolo con più presenze. Questo scudo, questa maglia e questi tifosi, tutti voi, mi hanno reso felice. Continuerò a tifare il mio Paese da casa con l’emozione del privilegiato che ha saputo rappresentarlo con orgoglio 180 volte”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA