Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

agenzia

Respinto il ricorso dei ‘druidi’ contro tunnel sotto Stonehenge

Per l'Alta Corte il progetto non minaccia il sito preistorico

Di Redazione |

LONDRA, 19 FEB – L’Alta Corte di Londra ha respinto il ricorso, presentato in dicembre dai comitati locali e dagli appassionati di riti New Age e druidismo, contro la realizzazione di un contestato tunnel stradale destinato a passare sotto Stonehenge: famoso sito preistorico britannico protetto dall’Unesco che ogni anno attira frotte di visitatori nel sud dell’Inghilterra, in particolare in occasione del solstizio d’estate fra celebrazioni pagane, suggestioni di luce e curiosita’. Nel suo verdetto di 50 pagine, il giudice Holgate ha affermato che i documenti presentati dagli attivisti “non forniscono alcuna base” rispetto a una reale minaccia per il sito derivante dal progetto. Il piano per l”infrastruttura contestata, da 1,7 miliardi di sterline (oltre 2 miliardi di euro), aveva ricevuto il via libera una prima volta nel 2020, salvo essere bocciato dalla magistratura l’anno dopo in seguito all’azione legale di ambientalisti e associazioni civiche riunitesi sotto l’insegna della ‘Alleanza per Stonehenge’. Lo stop era stato tuttavia imposto solo per il mancato rispetto di una norma tecnica che impone nel Regno Unito, per le opere pubbliche, una valutazione comparata con piani alternativi. E, una volta sanato quest’aspetto, il progetto era stato riproposto dalla compagine Tory di Rishi Sunak nel luglio scorso e riapprovato su iniziativa del ministro dei Trasporti, Mark Harper.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: