Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

agenzia

Salute: da sbalzi termici a insidie online, 5 consigli per lo shopping d’estate

I suggerimenti di Assosalute per evitare e curare i disturbi in agguato fra negozi e vetrine virtuali

Di Redazione |

Milano, 6 lug. (Adnkronos Salute) – L’escursione termica fra esterni roventi e interni troppo condizionati; gli spuntini ipercalorici mandati giù di fretta insieme a bibite ghiacciate; l’overdose digitale degli shopaholic del web. Sono alcune delle insidie dello shopping d’estate e dei saldi sotto il sole, passate in rassegna da Assosalute-Federchimica, Associazione nazionale farmaci di automedicazione, che detta 5 consigli contro i piccoli disturbi in agguato per gli acquirenti di fine stagione pronti ad affollare centri commerciali e outlet, negozi griffati o di nicchia e vetrine virtuali. “Come ogni attività – spiegano gli esperti dei medicinali senza prescrizione, quelli con il bollino rosso che ride sulla confezione – anche lo shopping estivo può comportare alcuni piccoli disturbi che possono rovinare qualche ora di pausa dalla routine quotidiana. E’ dunque importante fare attenzione agli imprevisti di salute che possono presentarsi”. I più frequenti sono quelli legati all’aria condizionata: “Quando è troppo fredda rispetto alla temperatura esterna, possono manifestarsi brividi, congestione nasale e persino infezioni virali con la comparsa di mal di gola, raffreddore e tosse”. Per prima cosa bisogna “vestirsi in modo adeguato: se si passa da un ambiente caldo a uno freddo, portare con sé uno scialle e una felpa leggera con cui coprire le spalle e la gola, da togliere una volta tornati nella calura esterna”. E “dato che con lo shopping si passa anche da un ambiente freddo a uno caldo, è meglio indossare abiti leggeri e traspiranti che consentano alla pelle di respirare”. Se nemmeno la prudenza e l’outfit intelligente saranno serviti a evitarsi un malanno, “i farmaci di automedicazione offrono soluzioni terapeutiche mirate. In caso di tosse, se secca si impiegano i farmaci sedativi con funzione antinfiammatoria delle prime vie aeree – ricorda Assosalute – mentre se è grassa si possono utilizzare gli espettoranti che fluidificano il catarro facilitandone l’eliminazione, o i mucolitici che rendono il muco meno vischioso. In caso di raffreddore, oltre all’impiego di spray, gocce nasali e unguenti a base di sostanze balsamiche, i farmaci decongestionanti e contenenti vasocostrittori possono aiutare a liberare le narici, mentre il ricorso a farmaci ad azione antinfiammatoria e antipiretica può servire se compare anche febbre. Per il trattamento delle forme lievi di mal di gola”, infine, “oltre a sostanze ad azione balsamica, si possono impiegare gli antisettici e i disinfettanti del cavo orale”. La seconda minaccia è alimentare: “Durante lo shopping d’estate – proseguono gli esperti dell’automedicazione – è facile lasciarsi tentare da pasti veloci, ma golosi, accompagnati da invitanti bevande ghiacciate che potrebbero portare a fastidiosi disturbi gastrointestinali come ad esempio pancia gonfia, mal di pancia e bruciore di stomaco”. Meglio dunque “evitare bevande gassate troppo fredde, nonché cibi troppo grassi”. Tuttavia, “se dopo il pasto compaiono pesantezza di stomaco e acidità gastrica, i farmaci ad azione procinetica, che aumentano la contrattilità della muscolatura intestinale e favoriscono lo svuotamento dello stomaco, e gli antiacidi possono aiutare a ritrovare il benessere. Se compare gonfiore addominale, un aiuto può venire dai farmaci ad azione assorbente (adsorbenti intestinali). Mentre in caso di mal di pancia e attacco di diarrea, per 1-2 giorni si consiglia di seguire una alimentazione leggera e ricca di liquidi, eventualmente ricorrendo a medicinali da banco in grado di diminuire la motilità intestinale. Se la diarrea non passa o peggiora, sempre meglio sentire il medico curante”. Passeggiando tra negozi e sostando davanti alle vetrine per analizzare articoli, prezzi e ribassi, è poi “importante non dimenticare l’idratazione e la protezione solare. Fondamentale uscire sempre di casa con dell’acqua e bere frequentemente”. Ricordarsi inoltre che “occhiali da sole, cappelli e crema protettiva non devono mancare neppure in città”. Se invece si opta di dribblare l’afa e le code in negozio acquistando via Internet, da seduti e senza limiti orari, Assosalute rammenta che anche “la prolungata esposizione agli schermi può avere alcuni effetti negativi in temine di salute, soprattutto quella degli occhi. E’ quasi inevitabile incorrere in secchezza oculare dopo aver trascorso molte ore davanti allo schermo del computer o dello smartphone, che diventano giornate intere per chi lavora con il Pc. La luce blu emessa dai dispositivi elettronici può contribuire all’affaticamento degli occhi, causando irritazione, bruciore e peggioramento della vista. Per dare sollievo agli occhi arrossati e stanchi, possono essere assunti farmaci di automedicazione disponibili sotto forma di colliri, gel o pomate oculari ad azione lubrificante”. A rischiare non sono solo gli occhi. “Se lo shopping online dura ore, a risentirne, per l’immobilità o la postura sbagliata, è anche il nostro apparato muscolo-scheletrico: collo, spalle, schiena possono andare incontro a contratture e dolori muscolari. Sebbene i farmaci di automedicazione ad azione antinfiammatoria possano essere utili a risolvere questo genere di disturbi, sempre meglio cambiare spesso posizione e fare pause durante la navigazione per alzarsi e muoversi”. Attenzione infine a non rovinarsi il sonno con sessioni di e-shopping serali o notturne. “L’esposizione alla luce dei dispositivi elettronici può portare a difficoltà nell’addormentarsi, insonnia e una qualità del sonno compromessa. Prima di andare a letto, meglio leggere qualcosa oppure ascoltare della musica rilassante, dedicandosi ad attività che aiutino il cervello a staccare, predisponendo al riposo”. Ma “se non si riesce a dormire, complice anche il caldo eccessivo delle notti estive, possono essere d’aiuto i farmaci di automedicazione a base di blandi sedativi vegetali a cui ricorrere in caso di occasionali disturbi del sonno”. Ecco dunque riassunti i 5 consigli di Assosalute per uno shopping estivo sano e sereno: 1) Non dimenticare mai idratazione e protezione solare. Bere molta acqua aiuta a regolare la temperatura corporea e a sostenere l’organismo contro il caldo. Attenti al sole in città. Ricordatevi di proteggere le parti del corpo scoperte; 2) No a una prolungata esposizione all’aria condizionata. Tutti con il caldo cerchiamo refrigerio, ma attenzione agli sbalzi termici e ai getti troppo freddi o diretti. Proteggere le spalle e la gola è utile per evitare disturbi; 3) Fare respirare la pelle. Scegliere un abbigliamento leggero, no a pantaloni troppo stretti o magliette non traspiranti; 4) Evitate lo shopping online se siete stanchi. Non affaticatevi oltre il necessario. Ma se proprio avete la necessità di cercare e acquistare online degli articoli di vostro interesse, meglio utilizzare schermi a luce blu ridotta e posizionare il dispositivo a una distanza adeguata dagli occhi. Inoltre, limitare l’attività di shopping online nelle ore serali favorisce un buon riposo; 5) Alzatevi e camminate. Una delle conseguenze fisiche dello shopping online è la sedentarietà. La mancanza di movimento può portare disturbi muscolari e, col tempo, a problemi di salute come l’aumento di peso, la riduzione della tonicità muscolare e il rischio di sviluppare disturbi come il diabete o le malattie cardiovascolari. Se proprio non potete rinunciare allo svago via Internet, trovate comunque il tempo di fare dell’attività fisica.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: