Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

agenzia

Sanità, nel 2023 boom telemedicina, +172% teleconsulti

Per la telecardiologia +300% rispetto al 2022

Di Redazione |

Roma, 18 gen. (Adnkronos Salute) – Nel 2023 crescono in Italia i consulti in telemedicina e la farmacia si consolida come centro servizi. I due trend in consolidamento in Italia sono stati rilevati dai dati raccolti da Health Italia, società che opera nella sanità integrativa e delle soluzioni per il welfare e benessere di famiglie e dipendenti di aziende, tramite Health Point, società di telemedicina controllata al 100%, all’interno del suo primo Osservatorio sulla telemedicina. “Straordinario è l’incremento delle televisite: i consulti a distanza con i medici hanno visto un incremento del 172%, evidenziando un cambiamento radicale nelle abitudini dei pazienti che abbracciano con sempre maggior convinzione la possibilità di mettersi in contatto da remoto con uno specialista o con il medico curante”, sottolinea l’Osservatorio Telemedicina di Health Italia in una nota. “In tale ambito sono protagoniste le attività di valutazione e prevenzione per eventuali problemi cardiaci, con la telecardiologia che segna addirittura un +300% rispetto al 2022. Ma l’attenzione degli italiani si concentra anche sugli aspetti della nutrizione, con i teleconsulti che registrano un aumento del 158%”, prosegue l’Osservatorio. “Il 2023 – evidenzia – ha segnato in Italia un importante incremento in termini di utilizzo della telemedicina all’interno delle farmacie, permettendo ad Health Point di registrare un aumento del +28% delle prestazioni erogate presso il proprio network di farmacie presenti sul territorio nazionale. Nello specifico, un impulso significativo proviene anche in questo caso dalle prestazioni cardiologiche, che hanno visto un’importante crescita del 35% per quanto riguarda elettrocardiogramma, holter cardiaco e holter pressorio. Solo il dato degli Ecg erogati in farmacia è del +40% rispetto all’anno precedente”, prosegue il report. Proprio le farmacie sembrano essere l’operatore di riferimento per migliaia di italiani che nel corso dell’anno si sono affidati alla telemedicina, sfruttando il fattore di prossimità che la capillare rete di farmacie sul territorio è in grado di garantire, ricorda l’Osservatorio. Un trend opposto, ma coerente con il progressivo superamento della fase pandemica – riporta ancora – è quello registrato invece dalla spirometria erogata nelle farmacie del network: la prestazione di ambito pneumologico ha registrato nel 2023 un calo del 45% rispetto all’anno precedente, quando molti italiani si sono ritrovati ancora alle prese con gli strascichi del Covid. “I dati raccolti dal primo Osservatorio di Health Italia sulla telemedicina evidenziano come questo strumento, dopo il forte boost avuto in seguito all’emergenza pandemica, si stia affermando in questa fase di ‘nuova normalità’ come una solida alternativa rispetto alla pratica medica tradizionale”, commenta Silvia Fiorini, Dg di Health Point, società controllata da Health Italia Spa. “La telemedicina – prosegue Fiorini – è uno strumento che garantisce un accesso flessibile in grado di adattarsi alle esigenze della vita quotidiana e permette rilanciare il concetto di ‘farmacia di servizi’ nella percezione non solo del cittadino, ma anche del farmacista. Un concetto che siamo riusciti ad estendere anche alle aziende, con società di primo piano che hanno ampliato il welfare aziendale adibendo con il nostro supporto una ‘stanza della salute’, e che nel futuro prossimo contiamo di replicare anche ai centri sportivi che possono immaginare di erogare controlli di routine o avanzati promuovendo un nuovo concetto di healthfit”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: