Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

agenzia

Ue: Mattarella, ‘storia presenta conto occasioni perdute’

Di Redazione |

Lubiana, 22 apr. “Occorre oggi, perchè viene richiesto dagli eventi, un analogo spirito costruttivo, di fronte alle sfide e anche alle minacce che abbiamo di fronte a noi. Alcuni Paesi che contribuiscono oggi alla vita dell’Unione, si trovano al confine con la terribile guerra provocata dall’aggressione russa all’Ucraina, che ha violato ogni regola del diritto internazionale. La condizione di questi Paesi che confinano con quella guerra sarebbe ben diversa se non fossero saldamente parte dell’Unione. E qui si coglie il valore delle scelte fatte a tempo debito, tempestivamente, perchè la storia presenta sempre il conto delle occasioni perdute, e poi sono i popoli a pagarlo in seguito a caro prezzo”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Lubiana ad un incontro con i Presidenti di Slovenia, Austria, Croazia ed Ungheria per il ventesimo anniversario dell’adesione della Slovenia all’Unione europea.

“Questa celebrazione di questo evento così importante di venti anni fa, non soltanto per la Slovenia e per gli altri nove Paesi che entrarono a far parte dell’Unione ma per l’intera Unione, richiama e sollecita a sottolineare l’urgenza, se si vuole anche contribuire al consolidamento della pace, del completamernto del progetto europe, oggi più che mai imprescindibile, anzi tutto -ha aggiunto il Capo dello Stato- per i Paesi dei Balcani occidentali”, che “da vent’anni attendono e non è possibili che si indugi ulteriormente. Naturalmente per quanto riguarda l’Ucraina, la Moldova, la Georgia”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: