Notizie locali
Pubblicità

Ultimi aggiornamenti

Cna, Costantini all'Assemblea Nazionale "Serve un nuovo patto sociale"

Di Redazione

TAORMINA (MESSINA) (ITALPRESS) - "Sono essenziali il dialogo e il confronto tra le organizzazioni nazionali di rappresentanza delle imprese per una prospettiva condivisa a livello europeo su temi strategici che superano i confini nazionali". Lo ha affermato il presidente della CNA, Dario Costantini, nella relazione all'assemblea annuale della Confederazione che si svolge a Taormina. "I nostri sistemi imprenditoriali, pur con tante differenze, hanno attraversato anni di crisi e di difficoltá - ha aggiunto Costantini -. Prima la crisi della finanza globale, poi la pandemia e ora la crisi energetica conseguente all'orrendo conflitto nel cuore dell'Europa". "I sistemi imprenditoriali hanno quindi un bisogno vitale di una prospettiva di lungo termine, su scala europea, entro la quale determinare obiettivi ed azioni conseguenti". In quest'ottica, il presidente CNA apprezza le parole della presidente della Commissione UE Ursula Von der Leyen, che nel recente discorso sullo stato dell'Unione ha evidenziato il ruolo fondamentale delle PMI per la competitivitá dell'economia europea. Secondo Costantini "serve un nuovo patto sociale per concertare le scelte e le soluzioni per assicurare il rilancio dello sviluppo del Paese. Proprio come abbiamo fatto nel luglio del '93, occorre un patto che punti alla crescita e all'aumento della produttivitá come garanzia di sostenibilitá e stabilitá per l'Italia". Il patto sociale dovrá coinvolgere "i soggetti piú rappresentativi a livello nazionale che sanno integrare gli interessi particolari negli obiettivi generali". Il presidente della CNA ha sottolineato la necessitá di uscire dalla logica dell'emergenza per affrontare le prioritá dell'Italia che si chiamano "transizione green, digitalizzazione, deficit demografico, riduzione dei divari territoriali, economici e sociali, tutela e valorizzazione del paesaggio e del patrimonio artistico e culturale". Temi che sono dentro il Pnrr la cui efficace "attuazione deve essere garantita per realizzare la profonda opera di modernizzazione dell'Italia e per permetterci di affrontare anche le difficoltá del momento con piú consapevolezza di potercela fare". "La situazione dei rincari dell'energia é ormai insostenibile", ha poi affermato Costantini. Nonostante gli interventi del Governo, "nei primi sette mesi di quest'anno il costo dell'energia per le nostre imprese registra il vertiginoso aumento del 300% e senza interventi é molto realistica la prospettiva di arrivare a rincari del 500%, che provocherebbe la decimazione di intere filiere produttive". La CNA non si limita a denunciare criticitá e disagi, "nel nostro ruolo di forza sociale, a disposizione del Paese, abbiamo anche formalizzato proposte per risolvere i problemi". Per esempio, "segnalando che sui tetti di oltre 125.000 nostri capannoni - ha detto Costantini - sarebbe possibile, attraverso un credito d'imposta del 50%, realizzare in pochi mesi impianti per attenuare il problema energetico, potenziando la produzione da fonti rinnovabili e riducendo il prezzo dell'energia". Il Superbonus e gli altri incentivi per la riqualificazione del patrimonio immobiliare "richiedono con urgenza un quadro normativo e finanziario stabile e coerente per dare continuitá agli interventi e certezza agli operatori che li realizzano", invertendo cosí la rotta rispetto a quanto fatto negli ultimi mesi, ha evidenziato il presidente della CNA. I numerosi provvedimenti normativi hanno creato confusione e incertezza. "Le modifiche introdotte nel decreto aiuti bis rappresentano un passo in avanti - ha detto Costantini - ma monitoreremo l'efficacia della misura e la capacitá di sbloccare la cessione dei crediti per decine di migliaia di imprese che si trovano in condizioni disperate per aver adempiuto ad una disposizione dello Stato". "L'Assemblea nazionale della Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media impresa a Taormina si svolge in un momento decisivo per il Paese e di particolare delicatezza nel contesto internazionale", spiega in un messaggio il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Il motto adottato per questa assise, "Le radici del nuovo", - aggiunge il capo dello Stato - esprime la consapevolezza del ruolo a cui sono chiamate anche le istanze organizzate economico-sociali per progettare il futuro". "La crisi innescata dalla pandemia e aggravata dall'aggressione della Federazione Russa all'Ucraina ha comportato un gravoso impatto a livello globale ed europeo, con un effetto negativo sulle famiglie e sui comparti produttivi. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza e il Programma Next Generation EU giocano un ruolo fondamentale. Si tratta di opportunitá che non possono essere smarrite, ai fini di una trasformazione della nostra societá verso una sempre maggiore inclusione e coesione", conclude Mattarella. "L'Europa vive un momento difficile. Abbiamo risposto unendoci nell'emergenza sanitaria e lo stesso deve avvenire ora in risposta alla crisi innescata dall'invasione russa dell'Ucraina. Le Pmi sono un settore chiave per garantire la stabilitá dell'economia europea", afferma in un messaggio Roberta Metsola, presidente del Parlamento Europeo. "E' in gioco il futuro di 25 milioni di piccole e medie imprese che generano il 56% del Pil Ue", aggiunge. "Per noi questo convegno a Taormina - ha detto Nello Battiato, presidente di Cna Sicilia - é un fatto storico e per la prima volta questa assemblea nazionale si tiene in Sicilia. Volevamo riunirci giá nel 2020 quando ci aveva poi fermato la pandemia. Qualitá, quantitá, impegno e produttivitá sono il nostro marchio distintivo. Le imprese stanno soffrendo per i costi energetici schizzati alle stelle e le incertezze anche legate al credito del superbonus. Ma la nostra coesione é un valore aggiunto e non abbiamo nessuna intenzione di mollare. In Sicilia abbiamo 30 mila associati, siamo una realtá trainante nel panorama nazionale. Bisogna fare sistema e gioco di squadra per superare le difficoltá. Noi facciamo idee e proposte per dare un fattivo contributo alla ripresa del settore e dell'economia siciliana e nazionale". - foto xe1/Italpress - (ITALPRESS). sat/com 23-Set-22 19:07

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: