Notizie locali
Pubblicità

Viaggi&Turismo

Torna Borghi dei tesori Fest, tre weekend alla scoperta di 36 comuni

Dalla Grotta dei Santi di Licodia eubea al castello di Caccamo, da Caltabellotta all'isola di Capo passero, le meraviglie dei paesi siciliani

Di Redazione

 Tre weekend (20/21 agosto, 27/28 agosto, 3/4 settembre) sulla formula delle Vie dei tesori, trentasette borghi, di cui 16 nel palermitano, 400 tra siti, passeggiate ed esperienze all’aria aperta, 500 giovani coinvolti nell’accoglienza e nella narrazione di piccoli borghi siciliani poco conosciuti. Sono alcuni numeri della seconda edizione della manifestazione 'Borghi dei tesori fest’, una rassegna smart e digitale promossa dalla Fondazione 'Le vie dei tesori' in collaborazione con i Comuni siciliani e sostenuta da IGT, Poste italiane e Fondazione Sicilia. Sul sito online www.leviedeitesori.com/borghideitesosri si trovano i coupon per effettuare le visite e le schede dei borghi e dei siti da raggiungere.

Pubblicità

 

 

Un lungo elenco di Borghi, a partire dalla prossima settimana, potranno essere raggiunti con dei bus in partenza da Palermo grazie ad un partenariato con Auto service. Tra questi luoghi vi sono anche 5 new Entry: Montevago (Agrigento), Alcara Li Fusi (Messina), Chiusa Sclafani e Piana degli Albanesi (Palermo), Calatafimi Segesta (Trapani). A presentare la manifestazione, la presidente e fondatrice della Fondazione 'Le vie dei tesori,' Laura Anello. 

Il gruppo di borghi più numeroso è in provincia di Palermo: Baucina, Blufi, Caccamo, Castronovo, la novità Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Gangi, Geraci Siculo, Giuliana,  Isnello,  Petralia Soprana,  Piana degli Albanesi, Pollina, Prizzi, San Mauro Castelverde, Vicari.

 

 

Due i borghi in provincia di Catania, Licodia eubea e Piedimonte. A Licodia si potrà visitare appena fuori dal paese nell'ex feudo dell'Alia, la Grotta dei santi, un complesso rupestre con dipinti murali. A Piedimonte viste ai voghi di Vena e Presa con degustazioni. In provincia di Siracusa si potrà visitare l'isola di Capo Passero. 

 


 «Le vie dei Tesori - ha proseguito Anello - ha messo a disposizione il proprio background e l’esperienza organizzativa, l’efficienza di una rete consolidata». Ai borghi dei tesori, infine, è legato il progetto 'Ho scelto il Sud’ promosso sempre dalla Fondazione Le vie dei tesori. Infine, in coda al festival, dal 7 settembre, cinque tra questi borghi siciliani saranno protagonisti di uno spettacolo del teatro Biondo dal titolo 'In nome della madre' con Galatea Ranzi. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA