Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Video dalla rete

La gioia e poi la disperazione: nuotatore squalificato per aver festeggiato troppo in fretta

Anche il pubblico sugli spalti è rimasto a bocca aperta.

Di Redazione |

Ha vinto i 1500 metri stile libero in 14:37:04 agli Atlantic Coast Conference Swimming and Diving Championship. In preda all’esultanza, dopo la vittoria, è salito sopra i separatori di corsia nella vasca per festeggiare con il compagno e per questo è stato squalificato.

È quello che è successo al 22enne Owen Lloyd della North Carolina State University, Usa. Perché l’incredibile regola dice che, nonostante l’atleta tocchi il muretto, la gara continua. Tutto il resto è a discrezione dell’arbitro.

Anche il suo compagno di squadra e «nuovo» vincitore, Ross Dant, ha dichiarato che si tratta «della regola più stupida del nuoto».

Il pubblico sugli spalti è rimasto a bocca aperta.

Per lealtà nei confronti del compagno, Dant si è rifiutato di salire sul podio e di festeggiare la sua vittoria.

Il Comitato americano di nuoto ACC ha finora rifiutato di rilasciare una dichiarazione dettagliata sulla questione.

Secondo il regolamento dell’NCAA (National Collegiate Athletics Association), la sezione 5 contiene una clausola che recita: «Qualsiasi concorrente che interferisca con un altro nuotatore durante una gara sarà squalificato dalla gara stessa, a discrezione dell’arbitro».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA