Notizie locali
Pubblicità
[type=TEXT, value=]

Video dalla rete

Ravanusa, in video inedito la violenza dell'esplosione: due donne in auto vive per una manciata di secondi

Le immagini trasmesse dal Tg1 sono quelle di una telecamera a circuito chiuso

Di Redazione
Pubblicità

In un video inedito, trasmesso questa sera dal Tg1, c'è tutta la violenza dell'esplosione che lo scorso 11 dicembre ha provocato a Ravanusa, in provincia di Agrigento, il crollo di due palazzine e la morte di nove persone, oltre al bimbo che una delle vittime portava in grembo. Nelle immagini di una telecamera a circuito chiuso si vede e si sente l'esplosione, dovuta secondo gli accertamenti ancora in corso ad una fuga dalla rete del gas, e in particolare è visibile anche un'auto, a bordo della quale si trovavano due donne, che stava percorrendo una delle vie adiacenti a via Trilussa, riuscendo a superare appena in tempo il luogo dell'esplosione.

Le immagini saranno acquisite gli atti dell’inchiesta della Procura di Agrigento. Il pool che sta conducendo l’inchiesta, coordinato dal procuratore Luigi Patronaggio e dall’aggiunto Salvatore Vella, composto anche dai pm Sara Varazi e Chiara Bisso, ha fatto notificare, nei giorni scorsi dai carabinieri, ai vertici regionali e nazionali di Italgas, un avviso di «accertamenti tecnici irripetibili». Dovendo eseguire accertamenti sui luoghi del disastro, in contraddittorio fra le parti, a tutela degli stessi 10 indagati, si è proceduto alla notifica dell’atto che gli consentirà di partecipare alle operazioni con tutte le garanzie del caso e facendosi assistere da un difensore e dai propri consulenti di parte. A confermare che gli indagati - dirigenti e tecnici della società Italgas - sono 10 era già stata la Procura che ha precisato che gli avvisi «sono stati notificati unicamente a garanzia dei possibili indagati». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità