Notizie locali

Catania

Il bel tempo e la tentazione di uscire, il comandante dei carabinieri ai catanesi: «Tenete duro»

Di Redazione
Pubblicità

CATANIA - Circa 20.000 controlli e oltre duemila sanzionati. Dopo un mese di quarantena questo è il bilancio dell’Arma dei Carabinieri di Catania. Agenti dislocati in tutta la città con accertamenti che si faranno più serrati nei prossimi giorni. «Ieri si è tenuta una riunione del comitato per l’ordine e la pubblica sicurezza, indetta dal Prefetto, che ha disposto servizi mirati per il prossimo fine settimana - afferma il colonnello Raffaele Covetti, Comandante del comando provinciale Carabinieri Catania - effettuiamo controlli in tutte le strade della città per sanzionare i comportamenti che violano quanto stabilito dai decreti governativi: oggi non è il momento per fare i furbi». Furbi che tentano di sfruttare la normativa in vigore per cercare di violare la quarantena. L’uomo che porta a spasso il pappagallo al guinzaglio nel centro di Angri, cercando di interpretare a modo suo l’ordinanza governava, non gli ha impedito di essere multato dai carabinieri.

Intanto domenica e lunedì prossimi restano i giorni cerchiati in rosso sul calendario dalle forze dell’ordine. I carabinieri hanno intenstificato i controlli.  Dopo il “traffico” dello scorso 5 aprile, con la rotonda di Monte Po a Catania letteralmente invasa dalle auto, il rischio è che, per Pasqua o Pasquetta, possano essere in tanti a tentare la gita fuoriporta. «Premesso che desidero ringraziare la stragrande maggioranza dei catanesi che stanno mantenendo un comportamento responsabile - prosegue il colonnello Covetti- la raccomandazione che facciamo sempre è una sola: restate a casa, tenete duro. Spero solo che il bel tempo non induca le persone a uscire».

VIDEO DI DAVIDE ANASTASI

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità