home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palma, coltivavano marijuana tra i filari d'uva: arrestati zio e nipote

I carabinieri hanno arrestato due persone, zio e nipote di 52 e 30 anni. Sequestrati 20 chili di droga che sul mercato avrebbe fruttato almeno 100 mila euro

I carabinieri hanno scoperto nelle campagne di Palma di Montechiaro una piantagione di marijuana nascosta tra i filari di una vigna. I militari stavano perlustrando le campagne del Palmese quando hanno notato uno strano via vai da un appezzamento di terreno. Insospettiti dalla situazione, hanno subito chiesto rinforzi, cinturando l’area in questione. E così, dopo una manciata di minuti, una decina di militari dell’Arma hanno fatto irruzione nel fondo agricolo, dove sono stati subito rintracciati due individui del posto, zio e nipote, già noti alle forze dell’ordine, Gioacchino Mangiavillano di 52 anni e Angelo Mangiavillano di 30 anni. Poco dopo aver iniziato la perquisizione, i sospetti si sono rivelati fondati: in un casolare, sono saltati fuori dei sacchi contenenti delle foglie di “Marijuana” già essiccata e quindi pronta per essere smerciata. Inoltre, con stupore, nascosto tra i vigneti circostanti, in particolare tra i vari grappoli d’uva, i carabinieri hanno trovato altro abbondante quantitativo di marijuana, in fase di essicazione. Al termine delle operazioni, sono stati complessivamente rinvenuti e sequestrati venti chili di droga. Per i due individui, è subito scattato l’arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati posti ai domiciliari. Si stima che il quantitativo di droga sequestrato, smerciato al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 100 mila euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa