Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Cronaca

Catania, ecco l'inizio della demolizione dell'ex Palazzo delle Poste in viale Africa

Di Redazione
Pubblicità

CATANIA - Come annunciato, sono partiti oggi i lavori di demolizione dell’ex Palazzo delle poste di viale Africa, a Catania. L’intervento, "voluto dal Governo Musumeci", si legge in una nota, è propedeutico alla realizzazione della futura Cittadella giudiziaria del capoluogo etneo. Presenti alla consegna dei lavori il presidente della Regione, Nello Musumeci, il presidente della Corte d’Appello di Catania, Giuseppe Meliadò, l'assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, il sindaco di Catania, Salvo Pogliese.

I lavori di demolizione dovrebbero durare sei mesi e sono svolti dall'ati Ico.ser srl con sede a Gangi (Palermo), che ha presentato l'offerta più favorevole nella gara che si è svolta all'Urega.

C'era curiosità per sapere quale sarebbe stata la tecnica utilizzata per l'abbattimento del grande manufatto di cemento. Inizialmente si pensava di utilizzare delle microcariche di esplosivo, ma a causa della vicinanza di alcune strutture di pregio (come il centro fieristico delle Ciminiere) si è deciso di procedere con la demolizione attraverso scavatori e pale meccaniche.

Non c'è ancora un progetto della futura cittadella della Giustizia dove saranno trasferiti tutti gli uffici giudiziari disseminati in città e a breve sarà avviato  l'iter progettuale per la realizzazione dell'opera attraverso un concorso di idee aperto a tutti i progettisti. In molti a Catania sperano in un impatto ambientale basso della nuova struttura, visto che l'ex palazzo delle Poste era una specie di eco-mostro che impediva l'affaccio sul mare di questa zona della città che dovrebbe essere anche quella del tanto sognato "waterfont".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità