Notizie locali

Cronaca

Maniace, ispettore della polizia locale beccato dalle telecamere a spacciare cocaina

Di Redazione
Pubblicità

I Carabinieri della Compagnia di Randazzo, su delega della Procura Distrettuale, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Catania, hanno arrestato un ispettore della polizia locale di Maniace, Dianni Tilenni, 62 anni, poiché resosi protagonista di numerosi episodi di spaccio di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”.
Le attività, condotte complessivamente dall’aprile 2019 al febbraio 2020, hanno evidenziato un fiorente commercio di sostanza stupefacente che consentiva all’indagato di disporre di diversi veicoli di lusso tra i quali una Porsche Macan.

Le indagini, consistite in intercettazioni telefoniche ed ambientali, nonché nell’installazione di telecamere presso i luoghi utilizzati dal sottoufficiale della municipale per le attività delittuose, permettevano di accertare che gli acquirenti contattavano telefonicamente l’indagato, si recavano con la propria vettura presso l’abitazione dello stesso e ricevevano la sostanza che l’indagato consegnava attraverso il finestrino della vettura degli acquirenti. Le medesime attività di indagine hanno fatto emergere che in altre occasioni gli incontri e le conseguenti cessioni di sostanza stupefacente avvenivano in alcune campagne di proprietà dell’ispettore.

I militari sono riusciti a documentare e filmare diverse di queste cessioni, alcune delle quali poste in essere con in dosso l’uniforme di servizio, procedendo anche al sequestro della sostanza nei confronti degli acquirenti. In esito all’esecuzione del provvedimento cautelare, l’ispettore Tilenni è stato condotto presso la casa circondariale di piazza Lanza a Catania e il veicolo Porsche Macan, di sua proprietà, è stato sottoposto a sequestro finalizzato alla confisca. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità