Notizie locali

Cronaca

Paternò, preso il rapinatore-ragazzino che assaltava farmacie e supermarket

Di Redazione
Pubblicità

Un diciassettenne di Paternò che era diventato il terrore degli esercenti. Ma la sua carriera criminale è già finita perché il ragazzo è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò, che hanno eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal Gip del Tribunale dei Minorenni di Catania.

I fatti risalgono allo scorso 16 aprile quando intorno alle 19:20, due giovani rapinarono una farmacia di via Vittorio Emanuele. In due erano entrati all’interno dell’esercizio commerciale con il volto travisato e, mentre uno era rimasto a guardia dell’ingresso, l’altro, armato di un coltello lungo circa 25 centimetri, aveva minacciato il responsabile intimandogli di consegnargli i soldi in cassa, (circa 50 euro). Nel corso dell’azione il complice di vedetta, insoddisfatto dello scarso bottino, si era diretto verso la cassa racimolando addirittura anche le monete per un’ulteriore somma di 10 euro e poi si erano dati alla fuga a piedi in direzione di via Costanzo. E le immagini della videosorveglianza hanno permesso ai carabinieri di identificare il diciassettenne.

Riconoscimento reso possibile dalla frequenza con la quale il minorenne, uno “specialista” evidentemente, compiva i suoi raid: era stato proprio lui infatti lo scorso 5 maggio a rendersi protagonista di un’altra rapina ai danni del supermercato di Piazza Vittorio Veneto. Il ragazzino è stato collocato nell’Istituto Penitenziario Minorile di Catania Bicocca.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità