Notizie locali
Pubblicità
[type=TEXT, value=]

Cronaca

Migrante pestato a Ventimiglia: tre denunciati, due sono siciliani

Di Redazione
Pubblicità

La polizia di Imperia ci ha messo meno di 24 ore a individuare le tre persone che ieri, nel pomeriggio, hanno aggredito e picchiato a bastonate un immigrato di origini africane in via Ruffini, nel pieno centro di Ventimiglia, proprio dietro al municipio e alla caserma della Polizia di Frontiera. Meno di 24 ore per raccogliere le testimonianze, per guardare i filmati del circuito di sorveglianza del supermercato e della caserma della Polizia di Frontiera e per identificare e andare a prendere i tre che, nel video amatoriale rimbalzato su centinaia di profili Facebook e altri social, prendono a bastonate il ragazzo di 23 anni originario della Guinea.


I tre sono tre cittadini italiani, due cittadini siciliani originari di Agrigento, di 28 e 39 anni, e uno di 44 anni, originario di Palmi (Reggio Calabria) tutti domiciliati a Ventimiglia. Per quelle bastonate, per quei cazzotti in testa e in faccia, per quei calci all’addome inflitti quando il ragazzo era già a terra sono stati denunciati a piede libero: dovranno rispondere del reato di lesioni aggravate. In più è stata notificata loro la misura di prevenzione dell’avviso orale.
La polizia, che ha acquisito il video postato sui social, ha ricostruito i fatti in base alle testimonianze e alle riprese della videosorveglianza. Il ragazzo, che è irregolare sul territorio nazionale e che era già stato espulso dall’Italia, avrebbe tentato di rubare il telefono cellulare a uno dei tre all’interno di un supermercato che si trova nella zona dell’aggressione. La reazione non si è fatta attendere: prima i tre hanno affrontato il ragazzo a male parole poi l’hanno seguito e, raccolti un paio di tubi di plastica dura, lo hanno messo con le spalle al muro e hanno cominciato a picchiarlo. In tanti, sentendo le urla, si sono affacciati dai balconi e alle finestre urlando di lasciar stare il ragazzo ma i tre, nonostante il giovane africano fosse già a terra e non riuscisse a reagire in alcun modo, hanno continuato senza che nessuno li fermasse.
«Era fondamentale dare una risposta immediata, perché il fatto è stato particolarmente efferato - ha detto stamani il questore di Imperia Milone -. Il video dell’aggressione ha fatto il giro di tutti i social e la gente ha potuto constatare la violenza con cui queste persone si sono accanite sul giovane. Proprio queste modalità mi hanno indotto anche a erogare la misura dell’avviso di prevenzione nei confronti di tutti e tre i responsabili dell’episodio». La polizia esclude le motivazioni razziali all’origine dell’aggressione.
Nei confronti del ragazzo, portato in ospedale a Bordighera e dimesso con prognosi di 10 giorni per lesioni e trauma facciale, la polizia procederà nuovamente all’espulsione. Intanto però le indagini vanno avanti: la polizia sta cercando di dare un nome alla quarta persona che compare nel video assieme ai tre aggressori che, buttati tra le auto parcheggiate i bastoni, se ne sono andati con tutta calma.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità