Notizie locali

Archivio

Daverio torna all'attacco: «I siciliani? Ci vorrebbero migliaia di psichiatri»

Di Redazione
Pubblicità

"È un problema di super ego. Non posso risolverlo io, ma ci vorrebbero migliaia di psichiatri". Con queste parole il critico d'arte Philippe Daverio è ritornato sulla polemica contro i siciliani scatenata dalla sua votazione nella trasmissione Borgo dei Borghi.

Il critico nelle scorse settimane era stato protagonista di una dura polemica che era arrivata addirittura in Parlamento a causa delle sue dichiarazioni contro il popolo siciliano seguita alla proclamazione su Rai3 di Bobbio (Piacenza) come Borgo dei Borghi 2019, quando al televoto era stata la cittadina siciliana di Palazzolo Acreide a ricevere maggiori preferenze ma era stata bocciata dalla giuria di qualità presieduta da Daverio, che poi si è scoperto essere cittadino onorario del Comune piacentino.

Ieri durante Book city Milano è tornato sull'argomento, parlando poi anche di razzismo. «L'Italia non è mai stata razzista, ma era di più. È campanilista. La politica sfrutta molto questo trend, utilizzando le forme di populismo».

Philippe Daverio aveva già rilasciato pesanti dichiarazioni contro i siciliani in una intervista a Le Iene, ma poi si era scusato per le espressioni utilizzate giustificandosi anche con la paura provata in seguito agli attacchi ricevuti. Ora torna a gettare benzina sul fuoco.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità