home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, quelle troppe strade al buio in centro e in periferia

Sale la protesta dei residenti che chiedono una maggiore attenzione alla sicurezza

Che sia a causa di atti vandali, furti o danni provocati dalle ultime ondate di maltempo a Catania molte strade restano completamente al buio. Dal centro alle periferie, da San Cristoforo a Librino, dalla Civita passando per Zia Lia decine di lampioni restano spenti con conseguente protesta degli abitanti e dei commercianti dei palazzi e dei negozi circostanti.

Decine e decine di segnalazioni che riempiono gli uffici delle circoscrizioni etnee. “In questi giorni- afferma Paolo Fasanaro, presidente della municipalità “Centro”- abbiamo avuto un incontro con tecnici ed esperti di Palazzo degli Elefanti. Per l'occasione, insieme agli altri componenti del consiglio, ho segnalato le zone maggiormente colpite da questo problema. In particolare, in piazza Grenoble, il disagio è stato causato dal cantiere per la riqualificazione di Corso dei Martiri della Libertà.

Qui, durante i lavori di scavo, i mezzi meccanici hanno tranciato alcuni cavi sotterranei. Adesso- continua Fasanaro- Bisogna operare tra via Teocrito e via Monsignor Ventimiglia per eliminare definitivamente il problema”. In un rione più sicuro e vivibile non si può fare a meno della pubblica illuminazione. A ribadirlo, dopo la circoscrizione del “Centro”, sono i consiglieri della VI municipalità. In una vasta area, che copre l'intera periferia sud di Catania, a tenere banco sono i cavi danneggiati dai furti di rame oppure dallo sbalzo di tensione provocato dalle terribili ondate di maltempo di questi ultimi giorni.

“Dopo aver risolto il problema sullo Stradale San Giorgio-dice Alfio Allegra, presidente di “Librino-Pigno-San Giuseppe La Rena-Vaccarizzo”- adesso bisogna operare con grande celerità nel rione di Zia Lisa II. Ho personalmente contattato i tecnici preposti ed ora aspettiamo una risposta adeguata nel giro di pochi giorni. Che siano difficoltà provocate dalle lampadine fulminate o da un eventuale furto di rame a noi poco importa,- continua Allegra- oggi interi rioni si ritrovano a convivere con disagi di ogni tipo con le uniche luci che provengono dai fari delle auto, dalle finestre dei palazzi circostanti e dalle insegne dei negozi. Troppo poco per i tanti pedoni ed automobilisti costretti a muoversi in strade sempre molto trafficate”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa