home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Milazzo, i suini si cibavano dei rifiuti, sequestrata la discarica

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Catania hanno sequestrato, su delega della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto l’area adibita a ex centro raccolta rifiuti del comune

MESSINA I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Catania hanno sequestrato, su delega della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), l’area adibita a ex centro raccolta rifiuti del comune di Milazzo. L’area, di circa 2.500 metri quadri, è stata trasformata, di fatto, in un vero e proprio centro di stoccaggio di rifiuti operante in assoluta irregolarità in quanto priva delle necessarie autorizzazioni di carattere ambientale di competenza della ex provincia di Messina o della Regione Siciliana. Sul posto, grossi cumuli di rifiuti organico, speciali (vecchi mobili, divani, suppellettili) e anche di tipo speciale pericoloso (frigoriferi, televisori e apparecchiature elettriche ed elettroniche).

Durante il controllo è anche emersa la presenza di numerosi suini, provenienti da un vicino allevamento, che si cibavano abitualmente dei rifiuti presenti sul sito. L’allevamento in questione, successivamente controllato dal Nas carabinieri di Catania e all’interno del quale vi erano oltre 200 suini, è stato sottoposto a sequestro sanitario. Il provvedimento di sequestro è stato notificato a dirigenti e funzionari del settore ambientale Comune di Milazzo, che sono stati chiamati sul posto e poi convocati presso la caserma. Al momento non sono state rese note le generalità delle persone ritenute potenzialmente responsabili di illeciti di carattere ambientale o amministrativo.

Durante il controllo è anche emersa la presenza di numerosi suini, provenienti da un vicino allevamento, che si cibavano abitualmente dei rifiuti presenti sul sito. L’allevamento in questione, successivamente controllato dal Nas carabinieri di Catania e all’interno del quale vi erano oltre 200 suini, è stato sottoposto a sequestro sanitario. Il provvedimento di sequestro è stato notificato a dirigenti e funzionari del settore ambientale Comune di Milazzo, che sono stati chiamati sul posto e poi convocati presso la caserma. Al momento non sono state rese note le generalità delle persone ritenute potenzialmente responsabili di illeciti di carattere ambientale o amministrativo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa