Notizie locali
Pubblicità
[type=TEXT, value=]

Gallery

"Corsa Nostra", il rifiuto del fantino «che ha fatto perdere tutta Palermo»

Di Redazione
Pubblicità

PALERMO - «Lo hai visto cosa mi ha combinato Cusimano? L’unico che non si è voluto mettere a disposizione? Bravo! l’unico che non si è voluto calare è lui. L’unico, ora vedi gli dici che porta i soldi perché lo ammazzo». E’ la conversazione tra il boss Sergio Napolitano e Giovanni Ferrante, entrambi arrestati oggi, che commentano, non sapendo di essere intercettati dai carabinieri, il rifiuto del fantino Vito Cusimano di truccare una corsa di cavalli. Il dialogo è riportato agli atti dell’indagine che ha svelato gli interessi di Cosa nostra sull'ippodromo di Palermo.


«Ha fatto perdere tutta Palermo», commenta Napolitano facendo intendere che a essere danneggiati dalla ribellione del fantino sono tutte le «famiglie» della città. «Questo ragazzo è cornuto, ma da sempre è stato cosi ... è questo del labbro leporino, questo? E’ quello che ha il labbro leporino», prosegue. «E' un gran cafone questo ragazzino....(incomprensibile)... lo ammazza ...incorno... sicuro questa sera succede gualche cosa».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità