Notizie locali
[type=TEXT, value=]

Gallery

A Giardini Naxos il lussuoso yacht che fu di Aristotele Onassis: costa mezzo milione a settimana

Di Redazione
Pubblicità

Dopo il Simphony di Louis Vitton a Riposto, un altro super yacht extralusso tocca i porti siciliani. Davanti a Villagonia, a Giardini Naxos, è ormeggiato il “Christina O”, considerato uno degli yacht più lussuosi del mondo. Si tratta del panfilo dove Aristotele Onassis ha fatto viaggiare per il mondo la mitica Callas e poi Jacqueline.

Su quella nave il magnate greco ha conversato con Winston Churchill e il presidente americano John Kennedy. Ma non sono mancate sui ponti della nave figure come la divina Greta Garbo, Grace Kelly e Ranieri di Monaco.

Il Christina adesso è una nave da crociera da 34 posti che è possibile noleggiare alla modica cifra di 500.000 euro a settimana e oltre, a seconda della stagione. È stato, di recente, completamente restaurato e restituito al suo antico fulgore da John Paul Papanicolau, un armatore che lo utilizza per alcuni brevi periodi dell'anno e poi lo noleggia solo a nababbi che sborsano cifre importanti per godersi una sorta di crociera del mito. Adesso lo yacht, cinque stelle extra lusso, è alla fonda, appunto, tra Capo Taormina e Schisò, a Giardini Naxos, e l'assistenza, durante la sosta, viene assicurata dall'agenzia marittima "Artemis Yachting Agency in Sicily", con sede a Riposto.


Il "Christina O" a Giardini Naxos

In questi giorni si è visto anche lo "Stella del nord", il lussuoso yacht di Andrea Bocelli che ha realizzato due splendidi concerti davanti a migliaia di persone al Teatro Antico. L’invasione di yacht nella baia taorminese è, comunque, iniziata da mesi. Gli arrivi si ripropongono, puntualmente, ogni anno con un ritmo costante che prosegue fino alla fine del momento clou della stagione turistica e oltre.

Sono stati stimati nel complesso, quasi mille arrivi di lussuose imbarcazioni da oltre trenta metri alle quali si debbono aggiungere anche quelle più piccole che, comunque, sono sintomo di un movimento, certamente, abbastanza importante.

La richiesta di posti barca ed accoglienza al top è al massimo. Sul mare di Taormina, a bordo di questi panfili si è parlato inglese, arabo e spagnolo. Insomma le barche dei vip arrivano dalle più disparate località internazionali. Sintomo questo che anche il mercato diportistico, malgrado la più volte segnalata mancanza di un adeguato servizio di accoglienza, regge, anche bene. Resta, comunque, un potenziale che non viene non sfruttato appieno.

Nei giorni scorsi al “Marina di Riposto” ha invece ormeggiato il Symphony, di proprietà dell’imprenditore francese Bernard Arnault, padrone del marchio Louis Vuitton, il secondo uomo più ricco del mondo, avendo superato pochi mesi fa, con un patrimonio di 107,6 miliardi di dollari, lo statunitense Bill Gates, inventore di Windows. 


Il Simphony a Riposto

L’imbarcazione estremamente lussuosa è lunga 101 metri, larga 14 metri, ed è in grado di ospitare 16 ospiti e 27 membri d'equipaggio. Costruita in Olanda, la Symphony è stata consegnata al padrone della Louis Vuitton nel 2015. Inoltre, questo panfilo, vanta degli interni particolarmente prestigiosi, curati dallo studio Zuretti mentre all’esterno troviamo la mano di Tim Heywood. 

Il Symphony – che durante lo scalo a Riposto è stato assistito dall’agenzia marittima Luise Associates Sicily - è costato al magnate francese solo… 150 milioni di dollari. La presenza di questa barca dei sogni di tante persone, che si fa ammirare soprattutto per la sua linea elegante e sobria, ha richiamato ieri, fino alla partenza, nel molo foraneo una folla di curiosi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità