Notizie locali

Gallery

Catania, il canile-rifugio era un lager: la polizia libera 55 animali

Di Redazione
Pubblicità

Controlli a tutela degli animali da parte della polizia nel quartiere di Librino e in località Vaccarizzo con particolare riferimento alla tutela degli animali. Particolare rilievo ha avuto il controllo di un canile/rifugio che ospita 55 cani e altri animali quali cavalli, pecore, oche, capre, bue e maiali che venivano detenuti in condizioni incompatibili con la loro natura e quindi costretti a gravi sofferenze.

A tal riguardo, la polizia sottolinea il totale disinteresse verso gli animali in questione i citati animali da parte delle due persone che gestivano il rifugio o sarebbe meglio dire il lager; nello specifico, nelle gabbie mancava l’acqua o era putrida e contaminata da animali morti, mancava il cibo e alcuni cani erano legati con una catena e, infine, costretti a vivere in luoghi con escrementi e sporcizia pregressa.

I due gestori sono stati indagati in stato di libertà ai sensi dell’articolo 727 del codice penale, per detenzione degli animali in condizioni incompatibili con la loro natura e gli stessi, a fronte dell’evidenza dei fatti, ammettevano le proprie responsabilità provvedendo, dietro diffida da parte dei poliziotti, a ripristinare le condizioni di benessere di detti animali.

Gli indagati hanno riferito di ospitare cani affidatigli da enti comunali e provenienti da situazioni di maltrattamento e, infine, hanno riferito di percepire donazioni economiche per la cura degli stessi e, a fronte di ciò, sono privi del relativo registro attestante dette elargizioni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità