Notizie locali

Gallery

Catania, carabinieri al Lungomare tra bancarelle e bar per evitare assembramenti

Di Redazione
Pubblicità

CATANIA - Distanziamento sociale ed uso della mascherina protettiva sono un imperativo. E anche di domenica proseguono i controlli del territorio da parte dei Carabinieri di Catania. Stasera la verifica dell’osservanza delle disposizioni anti Coronavirus si è concentrata sul lungomare del capoluogo etneo.

«Parliamo di una zona affollata, soprattutto nel fine settimana, ed è qui che i controlli sono finalizzati ad assicurare il pieno recepimento da parte degli esercizi commerciali e della gente comune delle elementari norme per la profilassi della malattia - spiega il comandante della compagnia dei Carabinieri di piazza Dante, capitano Roberto Martina - vogliamo ricordare che l’emergenza è ancora viva e non bisogna assolutamente abbassare la guardia. La raccomandazione in questi casi - continua il capitano Martina - resta quella di mantenere il distanziamento sociale, di usare la mascherina protettiva ed evitare assembramenti».

D'altro canto era stato ieri lo stesso governatore della Sicilia, Nello Musumeci, a chiedere accurata vigilanza a sindaci e forze dell'ordine: «Evitare gli assembramenti, usare la mascherina nei luoghi all’aperto frequentati, usarla sempre nei luoghi chiusi, mantenere la distanza di un metro con persone non conviventi, l’uso di guanti e mascherina per gli operatori commerciali di generi alimentari (anche ambulanti). Tutto questo può costituire un piccolo fastidio - aveva detto il presidente della Regione elencando le norme da seguire -  ma ci dà un grande aiuto nel tenere bassa la probabilità del contagio. Confidiamo perciò - aveva aggiunto -  nel senso di responsabilità di ognuno, soprattutto dei giovani e nella accurata vigilanza delle Forze dell’ordine. Vorremmo evitare di adottare nei prossimi giorni misure restrittive, ma non ci sentiamo di escluderle». Parole chiare, che suonano come un monito.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità