Notizie locali

Gallery

Messina, consegnati i primi due treni "Pop"

Di Redazione
Pubblicità

Un investimento complessivo di 462 milioni di euro, di cui 325 per l’acquisto di 43 nuovi treni che viaggeranno nelle ferrovie siciliane con l’ultima novità sul fronte anti-covid: un sistema di conta-passeggeri a bordo che garantirà in tempo reale il riempimento del mezzo per il 50% della capienza come previsto dalle recenti ordinanze regionali. Stamane alla stazione centrale di Messina la consegna di nuovi tre convogli all’avanguardia, generazione "POP" (la precedente era denominata "JAZZ") in una cerimonia simbolica alla quale hanno preso parte gli assessori regionali alle Infrastrutture Marco Falcone e alle Autonomia locali e funzione pubblica Bernardette Grasso, il direttore della Direzione regionale di Trenitalia Silvio Damagini, l’assessore alle Infrastrutture del Comune di Messina Salvatore Mondello e il deputato regionale Danilo Lo Giudice. Queste tre vetture si aggiungono alle cinque già consegnate nel 2019 e garantiranno il servizio già nelle prossime settimane sulle direttrici Messina-Palermo (versante tirrenico) e Messina-Catania-Siracusa (versante ionico). 


Un riammodernamento importante quello previsto da Trenitalia insieme con la Regione Siciliana per la rete dell’isola che così conta un totale di 97 treni, tra cui 5 treni elettrici e 17 treni diesel-elettrici che fanno parte dei nuovi 43 convogli, in grado di "abbassare" l’età media di ogni vettura a 7,6 anni entro il 2021. Un’operazione che rientra nel Piano industriale 2019-2023 del gruppo FS Italiane e nel rilancio del trasporto ferroviario per il Mezzogiorno: un impegno dei prossimi 5 anni con una spesa di 6 miliardi di euro e 600 nuovi mezzi, di cui 200 nel Sud Italia. I treni inaugurati stamane hanno diverse peculiarità: 4 motori di trazione (Coradia Stream), velocità 160 km orari, accelerazione oltre il 20%, sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici, capienza per 500 persone e 300 posti a sedere, grandi finestroni per usare al massimo la luce naturale, cassa in alluminio per isolare termicamente la temperatura a bordo sia in inverno che in estate con sensori per misurare la quantità di aria e anidride carbonica all’interno delle vetture, ampi corridoi e sedute più larghe e comode, tavolinetti, intrattenimento a bordo con LCD, rete WIFI, telecamere di sorveglianza in tutte le aeree e prese di alimentazione per cellulari, smartphone, tablet e pc, portale intranet, area passeggini, 8 porta biciclette; su una delle vetture anche l’innovativo servizio Snack on board per rendere il viaggio ancora più confortevole. Saranno 441 le corse garantite ogni giorno con 5500 punti vendita su tutto il territorio regionale e 1205 le persone impiegate da Trenitalia. (ITALPRESS).
Un riammodernamento importante quello previsto da Trenitalia insieme con la Regione Siciliana per la rete dell’isola che così conta un totale di 97 treni, tra cui 5 treni elettrici e 17 treni diesel-elettrici che fanno parte dei nuovi 43 convogli, in grado di "abbassare" l’età media di ogni vettura a 7,6 anni entro il 2021. Un’operazione che rientra nel Piano industriale 2019-2023 del gruppo FS Italiane e nel rilancio del trasporto ferroviario per il Mezzogiorno: un impegno dei prossimi 5 anni con una spesa di 6 miliardi di euro e 600 nuovi mezzi, di cui 200 nel Sud Italia. I treni inaugurati stamane hanno diverse peculiarità: 4 motori di trazione (Coradia Stream), velocità 160 km orari, accelerazione oltre il 20%, sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici, capienza per 500 persone e 300 posti a sedere, grandi finestroni per usare al massimo la luce naturale, cassa in alluminio per isolare termicamente la temperatura a bordo sia in inverno che in estate con sensori per misurare la quantità di aria e anidride carbonica all’interno delle vetture, ampi corridoi e sedute più larghe e comode, tavolinetti, intrattenimento a bordo con LCD, rete WIFI, telecamere di sorveglianza in tutte le aeree e prese di alimentazione per cellulari, smartphone, tablet e pc, portale intranet, area passeggini, 8 porta biciclette; su una delle vetture anche l’innovativo servizio Snack on board per rendere il viaggio ancora più confortevole. Saranno 441 le corse garantite ogni giorno con 5500 punti vendita su tutto il territorio regionale e 1205 le persone impiegate da Trenitalia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità