Notizie locali

Lo dico

Catania: inquinamento acustico in orari di riposo

Di Redazione
Pubblicità

Questa storia da me vissuta sembra veramente una commedia all’italiana, anzi alla catanese o se volete una farsa tragicomica. Un episodio grottesco e per certi versi paradossale: arrivo a piazza S.M. di Gesù (ci sono lavori in corso) parcheggio l'auto per prendere un caffè. Vedo discutere animatamente due vigili urbani ed un signore. Quest’ultimo cerca di far notare ad uno degli agenti che sono le ore 14.00 e che quella escavatrice sta facendo un rumore assordante in un’ora dove deve essere garantito il silenzio (ho girato un video e il rumore è veramente assordante); peraltro siamo davanti ad un ospedale. Chiede di farli smettere. Il vigile risponde che quello vale nei condomini (???), ma poi lei abita qui? E borbottando si allontana alquanto irritato lasciando il posto al suo collega. Dica signore qual è il problema? Disturbo alla quiete pubblica, dovreste fare smettere quell’escavatore. Guardi noi siamo qui per la viabilità (riferita ovviamente ai lavori in corso). Appunto, quindi fateli smettere. Adesso chiamo e faccio venire….(parole incomprensibili dell’agente). Va bene vuol dire che chiamerò i carabinieri ! Ecco il paradosso, davanti ad una pattuglia in servizio un cittadino chiede che venga applicata la legge (mi sono documentato prevede il silenzio dalle 13.00 alle 16.00) e per poterlo fare deve far intervenire un altro corpo di Polizia. Io adesso non so se quel signore i CC li ha chiamati davvero, son dovuto andare al lavoro.
 G.M.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità